Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

“Contagi azzerati e smart-working inefficiente: riapriamo il tribunale”

La delibera del Coa di Napoli Nord indirizzata al presidente del tribunale

Il presidente del Consiglio dell'Ordine Gianfranco Mallardo

La necessità di ripartire e di farlo anche subito. E’ quanto ha messo nero su bianco il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord, ubicato nel Castello Aragonese di Aversa, chiedendo al presidente di revocare le disposizioni che riducono il lavoro “in sede” e permettendo ai legali di tornare a lavorare. 

La delibera approvata dal consiglio dell’ordine presieduto da Gianfranco Mallardo chiede, visto i dati pressoché azzerati dei nuovi contagi, che “la Presidenza del Tribunale di Napoli Nord voglia accelerare il processo di normalizzazione del servizio giustizia quale indispensabile servizio di pubblica utilità per la società democratica, disponendo che tutto il personale di cancelleria torni a svolgere la prestazione lavorativa presso gli uffici giudiziari, così da assicurare l’efficienza e la continuità dell’azione amministrativa. Che sia consentito agli avvocati di accedere alle cancellerie eliminando la necessità del preventivo appuntamento; che sia aumentato il numero delle udienze in presenza fisica, ad orario prestabilito, sino a coprire interamente i ruoli del Tribunale e del Giudice di Pace; che venga monitorato l’invio delle pec delle cause che verranno rinviate nel rispetto dei protocolli e l’invio delle ordinanze rese a seguito delle riservate”.

Una richiesta che si fonda anche sulla considerazione della “conclamata inefficienza dello smart-working per il settore giustizia atteso che il sistema informatico della giustizia è raggiungibile esclusivamente dall’interno degli uffici giudiziari ed è precluso ai dipendenti amministrativi ogni collegamento da casa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Contagi azzerati e smart-working inefficiente: riapriamo il tribunale”

CasertaNews è in caricamento