rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Attualità Aversa

Ambiente e inquinamento: associazioni e cittadini in marcia per il futuro

L'iniziativa delle associazioni ControSenso e Fridays for Future

Sì è svolto ieri (29 maggio) l’evento “Aversa Mobilità Futura”, una mobilitazione ecologica organizzata dall’associazione Controsenso e dal movimento internazionale Fridays For Future, rete di Aversa. L’evento, iniziato alle 10 con un corteo (anche su bici e monopattini) partito dall’ex Opg “La Maddalena” ha raggiunto alle 11 il parco comunale “A. Balsamo”, dove si è svolta un’assemblea pubblica, a cui erano presenti i rappresentanti delle associazioni che hanno sostenuto l’iniziativa e liberi cittadini. Tema della discussione la questione ambientale della Terra dei Fuochi e la riapertura delle aree verdi nella città di Aversa.

Presenti sul posto gli attivisti delle due realtà che hanno indetto l’evento ma anche del presidio locale di Libera Aversa “Attilio Romanò e Dario Scherillo”, dell’associazione Patatrac, i volontari della Croce Rossa Italiana, l’associazione Andos e associazione Mamme Coraggio Vittime della Strada, la federazione La Maddalena che Vorrei.

Muoversi, spostarsi per le vie più trafficate della città, ma in modo sostenibile, per sottolineare la disuguaglianza urbana tra un pedone ed un’autovettura: questo uno dei messaggi principali che hanno portato i giovani a percorrere queste strade nell’assetto viario aversano, poi ancora il grande tema delle aree verdi. Così Emidio Oliva, esponente di ControSenso: “La questione Terra dei Fuochi è un tema molto sensibile per noi cittadini di questa zona e richiediamo ancora un forte intervento delle istituzioni, da quelle locali a quelle nazionali, per la risoluzione del problema. Le temperature sono in continuo aumento e così aumentano anche i roghi tossici che si propagano nell’aria e che siamo costretti a inspirare. Quest’anno sono iniziati addirittura a febbraio, dobbiamo fare qualcosa subito e noi per primi ad interessarci del problema e a mobilitarci”. Inoltre aggiunge: “La passeggiata ha avuto inizio presso La Maddalena e si è conclusa al parco Balsamo, dove abbiamo dato vita insieme ai cittadini e alle associazioni presenti ad un’assemblea pubblica. Si tratta di due polmoni verdi della città di Aversa e dell’agro aversano. Stiamo lavorando a proposte per la città che riguardino la riapertura dei parchi pubblici, come il parco Balsamo, e delle altre aree verdi, come il parco Grassia e le aree standard comunali. Ringrazio tutte le associazioni che hanno partecipato e che hanno dato vita a questo momento di confronto, con l'augurio che questo sia solo un primo passo di collaborazione tra le realtà del nostro territorio sulla tematica ambiente”.

Sull'argomento interviene Maria Domenica Grimaldi, attivista per Fridays For Future ad Aversa: “C’è sempre più bisogno di sottolineare l’importanza di un trasporto alternativo, che segni un cambiamento culturale, poiché siamo ormai saturi della cultura anni ’70 all’italiana dell’automobile. Vogliamo una città che sia per il 99% dei cittadini, dei pedoni e non delle auto, che non fanno nient’altro se non ammalarci e aggravare un quadro clinico già precario a causa della Terra dei Fuochi”. Aggiunge poi: “Ben vengano iniziative come il BiciPlan approvato dal Comune di Aversa e limitrofi, e anche ordinanze come quella restrittiva per la circolazione di auto da Euro 1 ad Euro 4, ma da cittadini e persone che vogliono vivere e sopravvivere qui, non ci basta. Vogliamo l’alternativa, vogliamo spostarci con mezzi pubblici esistenti ed alternativi all’auto, nell’ottica anche di migliorare la qualità dell’aria che respiriamo, in un Comune che nel 2021 è stato il quarto più inquinato in Campania per 74 giorni, a causa della sovralevata quantità di PM10 registrata dall’Arpac. Vogliamo uno stop al cemento, sempre più presente in un comune con già il 65% del suolo cementificato secondo gli ultimi rilievi Ispra e siamo fiduciosi nei confronti dell’associazione ControSenso e la dichiarata volontà di tutelare il verde urbano, finalmente ci sentiamo meno soli in questa battaglia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente e inquinamento: associazioni e cittadini in marcia per il futuro

CasertaNews è in caricamento