rotate-mobile
Attualità Presenzano

Autista aggredito, Fit Cisl: "Servono più misure di tutela"

La richiesta dopo il pugno incassato da un conducente dell'Air Campania

Autista dell’Air Campania aggredito nel casertano, la Fit Cisl chiede più sicurezza sui bus.Nei giorni scorsi sulla linea 24 Vairano-Presenzano-Venafro un conducente di Air Campania è stato aggredito da un utente per futili motivi. Un pugno che gli è costato un trasporto in ospedale e contusioni all’occhio.

“La cosa sconcertante è che quella persona si è già resa protagonista di episodi aggressivi nei confronti degli operatori di Esercizio AIR, sulla stessa linea. La Fit Cisl di Caserta ancora una volta esorta le istituzioni e l’azienda ad intraprendere iniziative efficaci per tutelare la sicurezza sugli autobus e dei cittadini che sempre più frequentemente sono esposti a questi episodi di ingiustificabile violenza. Esprimendo sostegno e vicinanza all’ operatore di Esercizio vittima dell’aggressione, diciamo basta a questa condizione di lavoro”, fanno sapere dalla sigla casertana presieduta da Pasquale Federico.

“Vogliamo – aggiungono - che l’azienda adotti rapidamente misure preventive che tutelino i conducenti nell’ambito lavorativo.  È giusto ricordare che le aggressioni non sono solo quelle fisiche, ma entrano sotto forma di aggressioni anche quelle verbali.  Vogliamo e chiediamo più tutele e sicurezza, per evitare in futuro situazioni di aggressione che possono degenerare anche in peggio. Prevenire è il primo passo per dare una maggiore sicurezza ai conducenti durante il proprio turno di lavoro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autista aggredito, Fit Cisl: "Servono più misure di tutela"

CasertaNews è in caricamento