La pandemia fa saltare l'asta di beneficenza coi cimeli dei campioni dello sport

L'iniziativa per sostenere la mensa 'Opera Sant’Anna' è stata rinviata

Gli organizzatori dell’asta di maglie e cimeli sportivi, organizzata per finanziare la mensa dell’OSA Opera Sant’Anna, l’organizzazione che da anni garantisce un pasto agli ultimi che prepara il pranzo di Natale per i senza tetto ed i poveri, comunicano che l’evento previsto per le 17 di domenica 15 novembre, è rinviato a data da destinarsi. La decisione scaturisce dalle recenti disposizioni nazionali e regionali per contrastare la pandemia da coronavirus.

Sono vietati gli assembramenti e per la iniziativa programmata ovvero l’asta di cimeli sportivi, non c’è altro mezzo che quello di riunire appassionati e collezionisti per battere all’asta le maglie dei campioni. Ovviamente quelle che sono state già donate resteranno in custodia a cura degli organizzatori.

Ultimamente per la gioia degli organizzatori sono arrivate direttamente dal Calcio Napoli tre maglie autografate corredate da tre gagliardetti, ci sono la maglia di Grava, quella di Insigne ed un pallone. C’è la maglia che Ciro Immobile ha indossato in uno degli impegni con la nazionale. 

La vera chicca è la maglia della Zinzi Basket con dietro scritto il nome di una delle cestiste dell’epoca donata da parte del compianto Romano Piccolo appena pochi giorni prima di lasciare la terra che ci ospita.

Queste ultime maglie si aggiungono a quelle finora disponibili per l’asta, ovvero la maglia del Napoli numero 14 di Dries “Ciro” Mertens con la quale l’attaccante belga ha stabilito il record di gol con la squadra azzurra, quella autografata indossata dall’ex milanista Kakà nel corso di un derby contro l’Inter, la canotta di Andrea Cinciarini capitano dell’Armani Basket Milano, la maglia da riscaldamento autografata di Oscar Schmidt indossata per l’addio al basket (l’Oscargame), la maglia rossoblù autografata numero 10 di Gigi Castaldo della Casertana, la maglia di Rivaldo del Barcellona, del difensore D'Ambrosio dell’Inter con tanto di autografo; la tuta autografata di Franco Marcelletti indossata per la finale di Coppa Italia vinta a Bologna contro la Di Varese Varese il 23 marzo del 1988; la maglia autografata del calciatore casertano Vincenzo Moretti che indossava ai tempi in cui militava nell’Avellino; la canotta griffata Pepsi di Randy Childress e quella di Mario Balotelli del Manchester City. Ci sono, inoltre, le maglie che Francesco Totti e Cristiano Ronaldo hanno indossato con le nazionali.  

Fra i cimeli c’è la foto di Muhammad Alì (Cassius Clay), autografata con tanto di dedica al pugile marcianisano Angelo Musone; all’asta anche la maglia di Roger Federer. Per adesso è tutto rinviato, maggiori informazioni soni disponibili su facebook su “Opera Sant’Anna” e sulla pagina Asta di maglie sportive per l’Opera Sant’Anna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento