‘Riflessioni sul dolore innocente’, il convegno nella parrocchia di Casalba

L’incontro è stato organizzato dall’associazione ‘Mamme Progettiamo un sogno’

Sabato scorso, 16 giugno, si è tenuto, presso la sala parrocchiale della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Casalba, un incontro sul tema ‘Riflessioni sul dolore innocente’. L’evento è stato organizzato dall’associazione ‘Mamme progettiamo un sogno’, da sempre attiva sul territorio per la promozione culturale, e ha visto confrontarsi sulla tematica lo scrittore e giornalista Antonio Salvati, il medico pediatra Stefano Piccolo e Don Girolamo Capuano, titolare della parrocchia suindicata. A moderare il dibattito Emanuela Vendemia, socio fondatore dell’associazione.

Durante la discussione, animata dall’esperienza umana e professionale del dottor Stefano Piccolo, dal conforto della fede e dal riconoscimento del mistero che sottende il dolore indicati da Don Girolamo, sono stati letti brani del libro di Antonio Salvati “Giuseppe de Lorenzo e il Buddhismo”, edito dall’Orientexpress. L’opera ricostruisce la vicenda umana e intellettuale del geologo lucano che, partire dai primi anni del Novecento, non solo è stato il primo traduttore in Italia di testi del Buddhismo antico, ma da essi ha elaborato un pensiero etico-filosofico incentrato sul superamento del dolore. L’incontro si è concluso con l’intervento di Rosalba Vendemia, cooperante e project manager in Africa, da poco rientrata dal Malawi. Nelle sue parole la testimonianza del dolore dignitoso di chi lascia la propria terra pur sapendo di poter trovare la morte nelle acque del Mediterraneo, o il disprezzo e l’indifferenza sulla terraferma. Suo, in chiusura, l’invito a restare umani, che non possiamo non fare nostro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

  • “Io nel clan a 13 anni. In carcere ho incontrato un indagato per l'omicidio dei miei genitori”

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

  • Un intero quartiere ruba la corrente, insulti e minacce ai tecnici dell'Enel: 25 persone nei guai

Torna su
CasertaNews è in caricamento