Venerdì, 12 Luglio 2024
Attualità Lusciano

"Mariniello eletto grazie ai nostri 1000 voti. Non rispettati gli accordi, troppi interessi"

Mottola, Palmiero e tutto il gruppo contro il sindaco: "Pronti ad un confronto pubblico"

Tensioni in aumento nell'amministrazione comunale di Lusciano. Il gruppo consiliare UniAmo Lusciano, noto anche come La Farfalla, ha deciso di rispondere pubblicamente alle accuse del sindaco Mariniello, accusato di averli indicati come ostacolo all'attività amministrativa della maggioranza.

"È necessario fare chiarezza, però occorre farlo dicendo la verità. Occorre partire dal principio, dalla nascita di questa amministrazione". La Farfalla ha contribuito con ben 1000 voti alla vittoria di Mariniello, sacrificando Salvatore Mottola quale proprio candidato alla carica di sindaco, e avrebbe dovuto esprimere un doppio assessorato in virtù degli accordi elettorali.

"Il Mariniello, in fase di costituzione della giunta, chiedeva a Salvatore Mottola un ulteriore sacrificio: le sue dimissioni da consigliere per assumere la carica di assessore, garantendogli contestualmente la sua carica per 5 anni. Diversamente, lo stesso sindaco si sarebbe dimesso". Tuttavia, solo due mesi dopo le elezioni, in un incontro tenutosi nella cantina di casa Mariniello, il sindaco cedette alle pressioni di un gruppo sparuto di consiglieri e di "consiglieri dei consiglieri", chiedendo le dimissioni dell'assessore Salvatore Mottola.

La Farfalla e Salvatore Mottola accettarono nuove deleghe, considerate poco rilevanti, "solo per un alto senso di responsabilità". Il sindaco Mariniello, malgrado le ripetute richieste di motivazioni, si è limitato a riconoscere pubblicamente le capacità di Mottola, attribuendo quanto accaduto all'invidia nei suoi confronti.

In seguito, Francesco Palmiero, capogruppo e membro della Farfalla, rassegnò le dimissioni dopo svariate riunioni tumultuose del gruppo consiliare. "Ancora oggi ci troviamo a dover rispondere all'inconsistenza politica di un comunicato del sindaco che ha indicato La Farfalla come gruppo ostativo dell'attività amministrativa della maggioranza. Cose da pazzi!"

Il gruppo ha criticato duramente le accuse del sindaco, affermando: "Ci chiediamo quali ostacoli sono stati posti dal gruppo politico UniAmo Lusciano e soprattutto di quale argomento portato al tavolo delle riunioni si sarebbe discusso. Forse del rifacimento dei marciapiedi di via Napoli oppure dei progetti del PNRR con particolare attenzione alle strutture sportive da realizzarsi accanto a un noto bar, lavori per altro oggetto di attenzione della Procura?"

Riguardo alla gestione amministrativa, La Farfalla ha dichiarato: "Non siamo mai stati coinvolti nelle scelte politiche e le pochissime decisioni di questa amministrazione non sono mai state partecipate né condivise, venendo meno ai valori principali e fondanti di ogni compagine politica."

Il gruppo ha concluso lanciando un appello per un confronto pubblico: "Siamo pronti ad un confronto pubblico finalizzato a chiarire ciò che ha causato il dissenso. A voi la decisione su tempi e modalità."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mariniello eletto grazie ai nostri 1000 voti. Non rispettati gli accordi, troppi interessi"
CasertaNews è in caricamento