Attualità Cesa

Assembramenti fuori alle Poste, il sindaco scrive al prefetto: “E' gravissimo”

Guida chiede alla direzione provinciale di aumentare il personale interno per accelerare tutte le operazioni

Assembramenti fuori alle Poste di Cesa, il sindaco Enzo Guida scrive al prefetto e all'azienda. “Dopo le diverse segnalazioni pervenute dai cittadini e dai sopralluoghi effettuati, abbiamo notato un fenomeno di assembramenti continui all’esterno dell’ufficio postale di Cesa - ha spiegato il primo cittadino - Per questa ragione ho scritto al prefetto di Caserta Raffaele Ruberto, alla direzione provinciale di Poste Italiane, al direttore dell'ufficio postale cesano, per conoscenza ai carabinieri della locale stazione e al comando di polizia municipale per evidenziare quanto sta avvenendo”. “Una situazione che si sta verificando anche in altri comuni, infatti pure altri sindaci hanno assunto, prima di me, la stessa iniziativa”, aggiunge il primo cittadino.

Quel che avviene all’esterno dell’ufficio postale è definito come una “gravissima situazione”. Gli assembramenti, chiaramente, rappresentano un grave pericolo sia per la salute pubblica, visto l’andamento epidemico del Covid-19, sia per l’ordine pubblico. Nella missiva il sindaco chiede “l’adozione di adeguate misure organizzative tali da ridurre la pressione all’ingresso, puntando ad un aumento del personale interno per accelerare tutte le operazioni, nonché installando un distributore automatico di numeri di prenotazione all’esterno, con relativo display luminoso atto ad indicare anche a distanza il turno degli utenti. È necessario incrementare il numero delle prenotazioni online”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assembramenti fuori alle Poste, il sindaco scrive al prefetto: “E' gravissimo”

CasertaNews è in caricamento