Oltre 1,3 milioni di euro destinati ai disabili

In arrivo i fondi della Regione per gli assegni alle persone non autosufficienti

Rosida Baia

Il percorso avviato nel 2016 dall’Amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere, retta dal sindaco Antonio Mirra, volto al potenziamento delle Politiche Sociali e, quindi, dei servizi fruibili ad una platea di beneficiari sempre più ampia, si concretizza con un ulteriore significativo step rispetto alla programmazione degli assegni di cura.

Il programma assegni di cura prevede il riconoscimento di un assegno di cura ai disabili gravissimi e gravi in carico nelle cure domiciliari sociosanitarie valutati in UVI. Si articola in due tipologie di assegni: uno per i disabili gravissimi con assegnazione di un importo mensile pari a 1.200 euro e uno per i disabili gravi con assegnazione mensile di un importo mensile pari a 600 euro. I progetti Assegni di cura approvati in Commissione UVI, composta dal personale dell'Ambito C08 e dal personale del Distretto Sanitario 21 dell'ASL Caserta, si riferiscono a 102 cittadini con disabilità, di cui 76 con disabilità gravissime e 26 con disabilità grave. La raccolta delle istanze operata dall’Ambito C8 e trasmessa il 30 ottobre alla Regione Campania al fine concorrere all’assegnazione delle risorse del FNA (Fondo non autosufficienza 2019) ha permesso di individuare un fabbisogno complessivo di 1.312.800 euro, di cui 1.094.400 euro per i cittadini con disabilità gravissime e 218.400 euro per i cittadini con disabilità grave.

"Riteniamo di aver fatto come Ambito un ottimo lavoro per intercettare il fabbisogno da parte dei cittadini e quindi farci erogare dalla Regione Campania le somme per il soddisfacimento dello stesso – hanno dichiarato il Sindaco Antonio Mirra e il Vice Sindaco con delega alle Politiche Sociali Rosida Baia – Il programma assegni di cura è una delle misure più importanti a sostegno della disabilità. Una misura che permette agli utenti che ne usufruiscono di percepire un sussidio economico mensile per l’assistenza e la cura a domicilio di persone che, non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, hanno bisogno di un’assistenza continua. L’obiettivo ed il vantaggio di questa forma di assistenza è quello di promuovere la domiciliarità, riducendo il ricorso ai ricoveri in strutture residenziali. Ciò consente anche di mantenere le persone inserite nel proprio contesto familiare e sociale. Questa misura rispecchia pienamente l’indirizzo dell’Amministrazione rispetto alle Politiche rivolte alle fasce deboli: efficienze e tutela dei diritti e della dignità della persona".

Con riferimento al programma assegni di cura in corso, si stanno concludendo le procedure per la liquidazione, programmata per la prossima settimana, degli assegni di cura ai cittadini con disabilità gravissima e grave già in carico, compresi i cittadini le cui valutazioni sono state effettuate dopo il 30 ottobre 2019. I pagamenti riguarderanno le mensilità pregresse ed i bimestri maturati dai beneficiari fino al 30 ottobre 2020 al fine di sostenere il carico assistenziale delle famiglie con componenti affetti da disabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Muore a 49 anni col virus. La rabbia del sindaco: "Smettiamola di sottovalutare la situazione"

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

Torna su
CasertaNews è in caricamento