Giallo all'Asl Caserta, 'dimenticati' 128 precari per la stabilizzazione

Zinzi presenta un'interrogazione: previste solo 220 unità su 348

Il direttore generale dell'Asl Caserta Mario De Biasio

Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha presentato un’interrogazione indirizzata al Presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, avente ad oggetto “Stima del personale ‘precario’ da stabilizzare nel settore sanitario in Campania”. 

Per l’ennesima volta il consigliere torna a sostenere la battaglia dei lavoratori precari. L’interrogazione punta i riflettori sulla situazione evidenziatasi all’Asl di Caserta dove con una recente nota la Direzione Generale dell’ASL ha comunicato che la quota del personale destinato alla stabilizzazione è pari a 220 unità, a fronte delle 348 che erano state annunciate in precedenza.

“Un semplice difficoltà con la matematica, superficialità o altro? L’Asl di Caserta ‘perde per strada’ 128 dipendenti con una facilità che spaventa. Si tratta di lavoratori che con estrema professionalità hanno garantito in questi anni il mantenimento dei Lea. Parliamo di 128 famiglie che non possono essere semplicemente dimenticate o fatte sparire come se fosse un gioco di prestigio. La Giunta regionale, di cui ricordiamo le roboanti dichiarazioni in favore dei precari, chiarisca questa situazione”.

Nel testo il consigliere Zinzi interroga la Giunta “per conoscere quali siano i motivi dell’inspiegabile scomparsa di ben 128 unità dal Piano di fabbisogno del Personale dell’ASL Caserta e su quali basi sia stata effettuata la previsione di 220 unità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Irruzione dei banditi in un altro ufficio postale

  • Rapina all'ufficio postale: polizia e carabinieri circondano la zona | LE FOTO

  • Morta professoressa, studenti in lacrime

Torna su
CasertaNews è in caricamento