menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confindustria Caserta: vicenda dimissioni, precisazione

Caserta - All'indomani della riunione della Giunta del 14 dicembre scorso – nel corso della quale, come si ricorderà, si procedette alla elezione del Consiglio Direttivo tranne che per il componente del Ga.Fi Sud – dalla sede del confidi fu...

All'indomani della riunione della Giunta del 14 dicembre scorso - nel corso della quale, come si ricorderà, si procedette alla elezione del Consiglio Direttivo tranne che per il componente del Ga.Fi Sud - dalla sede del confidi fu inviata una lettera a tutte le aziende iscritte a Confindustria Caserta, contenente un invito implicito a rassegnare le dimissioni dalla nostra associazione paventando, diversamente, una riduzione effettiva del livello di garanzie riconosciute alle imprese aderenti al nostro Sistema.
Un comportamento, questo, che Confindustria Caserta ritenne molto grave, portandolo perciò immediatamente all'attenzione della struttura nazionale e chiedendo indicazioni in merito.La risposta è arrivata nella tarda giornata di ieri e le indicazioni in essa contenute non lasciano spazio a dubbi.
I vertici di Confindustria nazionale, infatti, ritengono il comportamento tenuto da Gafi Sud decisamente spiacevole, soprattutto perché risulta in grado di danneggiare ingiustificatamente le imprese del nostro sistema ostacolandole nell'accesso al credito.Confindustria ritiene, inoltre, che tali comportamenti si pongono in contrasto con la deontologia stessa dell'associazionismo imprenditoriale.

Relativamente poi alle notizie di stampa delle dimissioni di aziende apparse in questi giorni, Confindustria Caserta ritiene che nella circostanza, nei numeri e nella sostanza esse siano assolutamente non rispondenti al vero.
Infatti, il numero delle aziende che hanno rassegnato finora le dimissioni sono 30, corrispondente al 2% della platea associativa. Di queste, oltre la metà risultano sin dall'anno precedente morose, per cui nell'ultimo anno non hanno partecipato alla vita associativa; mentre un altro consistente numero di aziende è riconducibile ad un unico imprenditore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento