menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20110105071621_katia

20110105071621_katia

La ricchezza dei poveri, la conferenza di Katia Montebuglio

Capodrise - È attesa in serata (5 gennaio), alle 19, nella chiesa di Sant'Andrea Apostolo del parroco Rocco Santorsola, a Capodrise, la conferenza, dal titolo "La ricchezza dei poveri", di Katia Montebuglio. Protagonista unico dell'evento sono i...

È attesa in serata (5 gennaio), alle 19, nella chiesa di Sant'Andrea Apostolo del parroco Rocco Santorsola, a Capodrise, la conferenza, dal titolo "La ricchezza dei poveri", di Katia Montebuglio. Protagonista unico dell'evento sono i bambini del villaggio africano di Masango, nel Burundi. Una video-conferenza costruita e commentata per testimoniare, durante il periodo di Natale che da soli non si può andare da nessuna parte. «I poveri sanno essere molto più ricchi di noi - dichiara la Montebuglio -, uomini del progresso. Non è vero che la tua realtà perde significato. Ritorni a vivere quando ritorni a casa al seguito di un'esperienza missionaria. Quando sono ripartita ho promesso ai miei amici africani che avrei raccontato nel mio paese quanto mi avessero aiutato». L'estate, solitamente, è il periodo nel quale ciascuno di noi sente il bisogno di riposo, di allontanarsi dalla propria realtà per ritrovare le forze, al fine di riaffrontare le problematiche legate alla ferialità, ad una quotidianità che troppe volte ingabbia e ci rende incapaci di agire. Nasce da qui il bisogno di partire. «Vivere un mese lontana dalle comodità - aggiunge la Montebuglio -, senza elettricità, lavarsi senza acqua calda, dimorare in umili villaggi di bananeti. Cosa può cambiare un missionario? Nulla! Prova solo ad amare. Si accosta delicatamente a chi è meno fortunato o meglio è sfruttato e forse indirettamente anche per una nostra responsabilità! Vivere tra i poveri e condividere l'esperienza. Questo l'impegno di questo Natale per alcuni giovani missionari. Dieci giovani provenienti da città italiane differenti, partiti dalla ricca città di Milano, finiti in un luogo paradisiaco ma semplice e povero, oserei dire essenziale. La povertà però arricchisce e spinge poi a raccontare e ad evangelizzare. È questa la motivazione che mi spinge oggi a raccontare la mia esperienza. Non vuol essere un modo per ricevere complimenti. L'obiettivo non è creare eroi né tanto meno per ricevere lodi per aver preferito il cosiddetto "terzo mondo" - conclude la Montebuglio - ad un comodo villaggio estivo». Il montaggio del video è stato eseguito da Antonio De Filippo, mentre la registrazione del pezzo audio è stata curata da Angelo Crescente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento