menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pericolo di sgombero dell avello nella Cappella dell Arciconfraternita di Santa Barbara

Caserta - "La ricorrenza della Commemorazione dei Defunti ha riproposto la questione del paventato sgombero del loculo nel quale riposano le spoglie del Tenente Generale Giovanni Battista Giuseppe Enrico ( in breve Enrico) Rebagliati, nato ad...

"La ricorrenza della Commemorazione dei Defunti ha riproposto la questione del paventato sgombero del loculo nel quale riposano le spoglie del Tenente Generale Giovanni Battista Giuseppe Enrico ( in breve Enrico) Rebagliati, nato ad Alessandria il 25.09.1832, morto il 7.ottobre 1893 in Caserta nella sua abitazione al civico 78 del Corso Campano (oggi Trieste) dove si era ritirato a vivere dopo il pensionamento. Decorato della Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare di Savoia per essersi distinto nella battaglia di San Martino del 24 giugno 1859, volontario nella spedizione in Crimea dall' aprile 1855 al giugno 1856, fu il primo comandante della Scuola Sottufficiali dell'Esercito, sorta a Caserta, poi trasferita a Viterbo. Celibe e senza discendenti, nessuno si è più preso cura della sua sepoltura. La Confraternita, ora, al di là di ogni considerazione sotto il profilo della pietas cristiana e del rispetto per i Defunti, più o meno importanti, intende liberare il loculo, che costituisce una forte memoria storica per la Città di Caserta. Se si valuta, inoltre, il caso nel contesto della valenza dell'antica Cappella di Santa Barbara, che, tra le altre, accoglie anche le spoglie di Fabrizio Ruffo di Bagnara, gentiluomo, architetto, ingegnere e poeta, tra gli artefici della vittoria garibaldina di Casertavecchia, allora il quadro si connota in maniera più completa.
Il sentimento e la ragione dovrebbero indurre chiunque ne abbia facoltà e potere ad intervenire per scongiurare che il paventato pericolo si tramuti quanto prima in danno irreversibile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento