menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100901122615_municipio

20100901122615_municipio

In tilt i telefoni del comune: ennesimo disservizio nella comunicazione

Grazzanise - "Nessuna possibilità, per l'intera mattinata del 31 agosto, di mettersi in contatto telefonico col municipio. A chiamare ripetutamente il centralino (0823-17.60.952) s'è perduto solo tempo. La linea? Impossibile prenderla: bip, bip...

"Nessuna possibilità, per l'intera mattinata del 31 agosto, di mettersi in contatto telefonico col municipio. A chiamare ripetutamente il centralino (0823-17.60.952) s'è perduto solo tempo. La linea? Impossibile prenderla: bip, bip, bip? Di conseguenza, nessun ufficio comunale raggiungibile. Allora, con l'indignazione di chi invano prova a chiamare per un'informazione urgente, qualcuno ha provato a chiamare il Comando dei vigili urbani. Accidenti, avrebbero dovuto rispondere almeno loro! Ma, digitando lo 0823-17.61.079, la stessa irritante musichetta: bip, bip, bip? Oddio, un black-out può avvenire anche a New York, ma nel caso grazzanisano di cui si dà notizia, non sembra che le cose stiano proprio così. C'è chi parla di un recente contratto stipulato con un'impresa (immaginiamo per il controllo dell'efficienza degli apparecchi e per la manutenzione): probabilmente i telefoni vanno in tilt per qualche "quiproquo" tecnico-operativo. Di fatto, si tratta di un ennesimo disservizio nella comunicazione a distanza fra amministrazione e cittadinanza che, in tempo svoltista, per la verità non ha mai brillato. Oltre la mancanza di una bacheca comunale nel quadrivio centrale del paese, la prova più evidente, in tal senso, resta il sito web ufficiale del Comune di Grazzanise: un tangibile capolavoro della scarsissima considerazione in cui chi governa il paese lascia le informazioni da fornire ai cittadini. Scomodando appena l'inavvertito dovere della tempestività (palpabile perfino nei manifesti di annuncio delle sedute consiliari spesso incollati il giorno prima, se non dalla mattina per il pomeriggio), basti pensare che l'unica delibera di giunta che nel sito si legge è la n.178 del 30 dicembre 2009, affissa all'albo pretorio il 4 gennaio di quest'anno ed avente per oggetto, guarda caso, la "Definizione delle misure organizzative finalizzate al rispetto della tempestività di pagamenti da parte dell'Ente". Il che vuol dire che al "navigatore internet" è concesso apprendere di un solo atto dei lavori della Giunta e, per giunta, della passata amministrazione, negandogli in tal modo qualsiasi novella intorno alle deliberazioni che hanno assunto, da aprile 2010 ad oggi, i neo-assessori nominati e, di volta in volta, riuniti dal novello sindaco Pietro Parente. Ma il fantastico sito del Comune capofila (sic!) dell'Unione dei Comuni denominata "Caserta Cso" -che promise all'origine l'informatizzazione delle "macchine comunali"?di lunga e inconclusa gestazione- riserva ancora, a chiunque lo visiti, altre belle sorprese: ad esempio, l'assenza dello stesso Comune e della Polizia municipale, nella tabella dei "numeri utili", tuttavia rintracciabili in altre pagine, e nessun numero per l'Acms (i cui mezzi di pubblico trasporto passano per Grazzanise senza che presso nessuna fermata se ne trovano scritti gli orari) e -udite, udite- del Commissariato della Polizia di Stato competente per territorio soltanto il prefisso e, alla voce Help-Ambiente, addirittura lo 000.00000. Scontata allora l'obiezione: di fronte a quest'abbondante e stabile informazione (gli scettici vadano a verificare i dati sul curriculum e sulla retribuzione dei dirigenti?), che volete che sia il blocco telefonico di un giorno?"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento