menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capri, Capodanno: Occorre la tolleranza zero

Napoli - " Non condivido per nulla la proposta del sindaco di Capri d'istituire un "albo degli indesiderati" sull'isola, soprattutto nel contesto nel quale avviene, vale a dire all'indomani di un episodio di violenza che vede coinvolti dei...

" Non condivido per nulla la proposta del sindaco di Capri d'istituire un "albo degli indesiderati" sull'isola, soprattutto nel contesto nel quale avviene, vale a dire all'indomani di un episodio di violenza che vede coinvolti dei minorenni - afferma Gennaro Capodanno, ospite da anni nell'isola di Tiberio durante il periodo estivo -. Mi sarei invece aspettato apposite riunioni del Comitato locale per la sicurezza e l'ordine pubblico e della Giunta per un'analisi complessiva dell'accaduto, al fine di adottare i provvedimenti del caso con misure tendenti ad evitare che episodi del genere abbiano a ripetersi e a garantire una maggiore sicurezza ai residenti ed ai turisti sull'isola ".
" Misure - continua Capodanno - che, a mio avviso, dovrebbero riguardare, tra l'altro, il potenziamento della pubblica illuminazione che, allo stato, appare insufficiente in diverse strade, una migliore organizzazione delle forze dell'ordine con un incremento di presenze nel periodo estivo e nelle ore notturne, l'installazione di un sistema di videosorveglianza pubblica con un sistema di telecontrollo intelligente centralizzato presso una struttura presidiata, quale il commissariato di PS o la stazione dei carabinieri, sotto controllo 24 ore su 24 ".

" Inoltre il sindaco di Capri - prosegue Capodanno -, mutatis mutandis, farebbe bene a prendere esempio da un altro grande sindaco italo-americano, quel Rudolph Giuliani che a New York, applicando la teoria della "tolleranza zero" o delle "finestre rotte", riuscì a ridurre i fenomeni delinquenziali nella Grande Mela" del 38%. Ed a Capri di "finestre rotte" ce ne sono già troppe e sarebbe il caso che l'amministrazione comunale, per la parte di propria competenza, cominciasse a ripararle prima che ne vengano rotte altre ".
" Molti si domandano, alla luce degli eventi riportati dalle cronache, come sia possibile che dei minorenni siano presenti fino a notte inoltrata in locali che dovrebbero essere accessibili solo a maggiorenni e lì possano consumare tranquillamente bevande alcoliche al di fuori di ogni controllo, in barba alle vigenti disposizioni - precisa Capodanno -. Sono questi alcuni dei problemi con i quali si deve confrontare un primo cittadino e non certo lanciare fumose quanto inutili, rispetto alla soluzione reale dei problemi appena evidenziati, provocazioni ".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento