menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nidorosa, in pericolo il futuro del centro daccoglienza

Casagiove - Sentimenti di ansia e di apprensione aleggiano, in questi giorni, tra le ospiti e le operatrici del centro di accoglienza Nidorosa di Casagiove.Tutto nasce da una comunicazione legale, inviata all'Associazione Spazio Donna ONLUS da un...

Sentimenti di ansia e di apprensione aleggiano, in questi giorni, tra le ospiti e le operatrici del centro di accoglienza Nidorosa di Casagiove.Tutto nasce da una comunicazione legale, inviata all'Associazione Spazio Donna ONLUS da un avvocato incaricato dal comune, con la quale le operatrici e le ospiti del Centro vengono invitate a lasciare lo stabile in cui si trovano attualmente, in quanto non ritenuto idoneo al progetto.
Quanto asserito dal Comune appare assurdo e sconcertante, tenendo conto della convenzione, tuttora vigente, successiva ed in continuità con quella stipulata nell'Aprile del 1998, con cui il Comune di Casagiove si impegnava a mettere a disposizione dell'Associazione i locali di proprietà comunale siti nell'ex Caserma De Martino. Il Comune di Casagiove quindi si era impegnato, con la suddetta convenzione, a garantire, qualora ci fossero stati ritardi nel completamento dei lavori di ristrutturazione dell'ex Caserma De Martino, la messa a disposizione di altri locali per l'espletamento delle attività del Nidorosa.
Importante è ricordare che il Comune di Casagiove ha ottenuto i fondi stanziati dall'Unione Europea per la ristrutturazione della Caserma De Martino grazie al progetto che prevedeva la nascita di un Centro antiviolenza e di accoglienza per le donne vittime di abusi e maltrattamenti sul territorio casagiovese.

L'unico che ha realmente preso a cuore tale vicenda è il Consigliere comunale Danilo D'Angelo mentre il Sindaco Vincenzo Melone e l'Assessore ai Servizi Sociali Pietro Nardi, nonostante abbiano palesato la propria disponibilità, non hanno preso alcuna concreta iniziativa in merito.
Tenuto conto della gravità della situazione e soprattutto dell'impossibilità di sospendere un'attività tanto importante per la collettività, che vede coinvolti donne e minori in grave stato di difficoltà, ci appelliamo alle autorità competenti affinché mettano, come promesso, a disposizione dell'Associazione Spazio Donna e quindi del Nidorosa i locali dell'ex Caserma De Martino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento