menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consegna Acquedotto Carolino al Ministero Beni Culturali, soddisfatta Italia Nostra

Caserta - L'Associazione Italia Nostra esprime la propria soddisfazione per la consegna dell'Acquedotto Carolino al Ministero per i Beni e le Attività Culturali.Ciò riafferma, in coerenza con quanto deliberato dall'UNESCO...

L'Associazione Italia Nostra esprime la propria soddisfazione per la consegna dell'Acquedotto Carolino al Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Ciò riafferma, in coerenza con quanto deliberato dall'UNESCO per il sito casertano, che l'intero acquedotto è un eccezionale bene culturale che va conservato integralmente garantendo la funzione originaria di grande via d'acqua.
Italia Nostra Caserta, fin dal 1999, ha realizzato visite culturali, convegni e manifestazioni per far conoscere e tutelare l'eccezionale opera di ingegneria idraulica.
Nel marzo 1999 la Sezione di Italia Nostra di Caserta ha allestito una mostra documentaria sull'intero tracciato del condotto, accompagnata da una pubblicazione sulla storia e sugli itinerari possibili lungo i 40 chilometri dell'antica via d'acqua. L'esposizione, ospitata presso la Sala Bianca della Reggia, è stata successivamente accolta nei comuni di Valle di Maddaloni, S. Agata dei Goti, Maddaloni e presso il Belvedere di S. Leucio.
Successivamente, ad opera dell'Assessorato all'Urbanistica (poi all'Ambiente) della Provincia di Caserta, sono stati convocati incontri ,con tutti gli enti interessati, sulle prospettive future di utilizzazione del condotto e sulle possibilità di restauro del monumento e delle aree di pregio paesaggistico circostanti. Da tali riunioni è scaturito un convegno, nel marzo 2007, che ha fatto il punto su tutte le questioni riguardanti il condotto , le cui differenti caratteristiche e prospettive sono state illustrate da una nuova, più completa pubblicazione, a cura della Provincia di Caserta e di Italia Nostra, e da una mostra itinerante, che è stata ospitata nei due capoluoghi provinciali, oltre che nei comuni di Maddaloni, Valle di Maddaloni, S. Agata dei Goti, Capua (S.Angelo in Formis).
Con la sottoscrizione del Protocollo d'Intesa tra le Province di Caserta e Benevento, Sovrintendenza e Demanio, si è quindi affidato alla Facoltà di Ingegneria della SUN, uno Studio di Fattibilità per il recupero, anche per la potabilizzazione dell'acqua, da finanziare con Fondi europei.

L'Associazione Italia Nostra auspica pertanto che i nuovi organismi di gestione del Carolino, e la collaborazione tra i vari Comuni interessati, possano portare al più presto ad una rivitalizzazione della via d'acqua, al recupero delle aree abbandonate, all'eliminazione degli elementi di degrado, nonché alla richiesta dei fondi europei, in grado di realizzare il restauro dell'intero acquedotto e delle sue pertinenze .
Infine, allo scopo di far conoscere ulteriormente la grande opera, patrimonio dell'umanità, l'associazione proporrà visite guidate periodiche, organizzate insieme agli enti locali ed agli uffici turistici provinciali, riguardanti l'intero tracciato, sottolineandone gli elementi caratteristici e le peculiarità legate ai singoli luoghi ed alle loro tradizioni artigianali e gastronomiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento