menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100102195744_cluebodanno

20100102195744_cluebodanno

Successo per Clebbodanno: associazioni animano il capodanno di Marcianise

Marcianise - 'Clebbodanno', il bizzarro nome dato alla festa di Capodanno a Marcianise, porta in se' una vera storia. E' quella dei gruppi giovanili del centro, quelli comunemente chiamati 'e' clebb'. E' l'idea di una notte di San Silvestro in...

'Clebbodanno', il bizzarro nome dato alla festa di Capodanno a Marcianise, porta in se' una vera storia. E' quella dei gruppi giovanili del centro, quelli comunemente chiamati 'e' clebb'. E' l'idea di una notte di San Silvestro in cui tutti i clebb fossero aperti con le proprie singole feste ed eventi dopo il conto alla rovescia per l'anno nuovo in Piazza Umberto I, finalmente ripopolata: L'ultimo piano con un bell'happening di dance e luci, Etnie con una vasta selezione musicale, il Covo con Dj set e mostra di pittura, Eclettica con un tributo a cinema e musica, Majeutica con una festa hippie con band dal vivo e scenografia storica, Archè con festa stile 'studio 54' e 80's dance. Il pubblico ha potuto quindi muoversi tra le varie sedi, peraltro poco distanti l'una dalle altre, e vivere i diversi momenti di una capodanno quantomeno 'poliedrico'. "Non bisogna assolutamente usare il termine clebb per indicare gruppetti giovanili senza finalità- hanno commentato alcuni dei ragazzi in giro per feste durante la notte di Clebbodanno- I clebb stanno rilanciando le personalità giovanili e stanno rivitalizzando la città. Se date un'occhiata, anche sommaria, a facebook vi renderete conto che ogni santo giorno c'è qualcosa in programma. Questi ragazzi rivitalizzano la città!". Quella dei Clebb è una storia che parte almeno dagli anni '80 con il Not Normal, il primo clebb fondato da ex liceali del Quercia, un po' per tenersi strette le amicizie, un po' per l'incapacità della Marcianise del tempo di offrire nulla al di fuori del suolo di Piazza Umberto I. Dal Not Normal, la storia del fenomeno passa attraverso 'il Vicolo' che prende più le sembianze di locale pubblico, e quindi l'Agorà, che si cimenta invece per la prima volta in iniziative sociali e inaugura un primo percorso di promozione culturale. E' poi la stagione dei vari Lux Appetit, La Boheme, il primo Barcollo, che nascono e scompaiono senza lasciare alcuna traccia. E quindi de Le Case, un clebb di liceali e poi di universitari che inizia un percorso misto di feste ed iniziative aperte al pubblico, affiliandosi ARCI ed ottenendo buon riscontro di pubblico e consensi. Nel 2000 nasce Majeutica e nel 2001 la sua iniziativa principale 'L'Estate di San Martino', un evento che è destinato a diventare tradizione al punto che nel corso delle edizioni sarà identificata con la Città stessa e non più con la semplice associazione giovanile. E' l'epoca de L'Ultimo Piano, del Club il Covo e quindi di Etnie, di Archè che offrono occasioni di musica e spettacolo di sicuro rilievo. Quella di Eclettica e di Jeko è poi storia più recente, ma apparentemente predisposta 'di natura' a questo interesse e a questa tensione : offrire spunti di promozione culturale in città (musica, teatro, dibattiti), in qualche caso di recupero del patrimonio storico e di tradizioni, e comunque anche di divertissement puro, ma ben disegnato, accessibile anche al pubblico di altri comuni. Il Clebb, come lo descrivono poi gli stessi ragazzi di Eclettica: "E' una formazione sociale, è un , anzi è il, nuovo modo di partecipare alla cosa pubblica , è il luogo del pubblico a dispetto del privato, è semplicemente il nuovo mondo dei giovani marcianisani : un gruppo di ragazzi decidono un "bel giorno" di avere un "posto" comune dove poter trascorrere il loro tempo libero e dove dar sfogo alle proprie gioie e ai propri dolori, dove condividere un pezzo della loro esistenza con altri "simili" , così decidono di prendere in affitto una abitazione e di arredarla al meglio offrendo ciò che è più consono alle esigenze del gruppo". Da qui parte il viaggio di questi ragazzi caratterizzato da organizzazione di eventi esclusivamente ludici oppure da eventi più propriamente culturali, da eventi con fini di solidarietà sociale o anche soltanto da momenti di amicizia o di formazione grazie allo spunto di riflessione offerto dall'altro. "Se ci fate caso-spiegano al Covo- è una peculiarità di Marcianise questa dei cosiddetti Clebb; ci troviamo spesso ad organizzare eventi e chi ci raggiunge da altri comuni dice di trovare solo da noi una tale forma di organizzazione spontanea giovanile". Nonostante non abbiano un coordinamento superassociativo, i Clebb mostrano attualmente una linea d'intesa ed è proprio sull'onda di quest' intelligenza tra i gruppi che è nata l'iniziativa di Clebbodanno. "E' bastato una mail e qualche riunione per trovarci pienamente d'accordo a creare questa cordata di Capodanno -hanno spiegato i rappresentanti dei Clebb- il successo della serata poi è sotto gli occhi di tutti!"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento