menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sagnelli costituisce comitato cittadino contro rifiuti e criminalit

Maddaloni - Maddaloni è sempre di più nella bufera. La città delle torri longobarde continua ad essere coperta di rifiuti tanto da aver costretto il Sottosegretario Bertolaso a chiedere lo scioglimento del comune. Ma se l'immondizia è un problema...

Maddaloni è sempre di più nella bufera. La città delle torri longobarde continua ad essere coperta di rifiuti tanto da aver costretto il Sottosegretario Bertolaso a chiedere lo scioglimento del comune. Ma se l'immondizia è un problema senza soluzione esiste anche una crisi criminalità che non accenna a diminuire. Inquietanti esplosioni si succedono in città, con minacce oscure rivolte ad amministratori e politici. Ma soprattutto i cittadini sentono l'assedio della delinquenza. "I furti in appartamento sono in crescita esponenziale come gli scippi e le rapine". È quanto ha affermato Nicola Sagnelli, cittadino maddalonese che si sta adoperando per costituire un comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico, raccogliendo adesioni per promuovere una maggiore presenza della polizia nelle zone della periferia di Maddaloni senza dimenticare il centro storico - "Non mancano gli atti vandalici di massa come il danneggiamento di auto nella centralissima via Concezione, in via Roma ed in tutto il centro storico. La gente sente oramai la questione sicurezza come una questione primaria a cui necessita una risposta immediata e forte. L'impegno contro le cosche camorriste non può prescindere dalla repressione della microcriminalità, pericolo che, per certi versi, risulta ancora più odioso per la popolazione". Nella sua "resistenza" civile Sagnelli chiede appoggio all'Associazione Terra Nostra che ha già impegnato la sua azione per portare l'attenzione delle autorità sul capoluogo e Marcianise. Nei mesi scorsi il Presidente di Terra Nostra, Pasquale Costagliola, è stato ascoltato dal Presidente della Commissione Regionale contro la criminalità organizzata per denunciare la grave situazione di Marcianise, dove la recrudescenza criminale aveva raggiunto livelli parossistici. Costagliola non si sottrae all'appello lanciato da Sagnelli per un territorio di cui sente estrema familiarità e che ritiene parte integrante di una conurbazione oramai non separabile. "Le questioni di Maddaloni sono le nostre" - ha sottolineato Costagliola - "specie per chi come me vive nella periferia orientale di Caserta e che vede Maddaloni, come tutti gli abitanti di San Clemente e Centurano, un area a noi prossima in tutti i sensi. Si adiranno" - ha concluso Costagliola - "le vie del colloquio con le istituzioni, per Terra Nostra, dovrà riaprirsi il collegamento con la Prefettura e le associazioni di cittadini e di categorie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento