menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091010134442_GEPPino

20091010134442_GEPPino

Radio Alfa, luned a 'Letto alla Radio' ospite Geppino D'Amico

Salerno - Lunedì prossimo un nuovo appuntamento con "Letto alla Radio", la rubrica dedicata ai libri curata da Annavelia Salerno, in onda alle 18.45. Verrà a trovarci in redazione il collega Geppino D'Amico, autore del libro "Storie di donne senza...

Lunedì prossimo un nuovo appuntamento con "Letto alla Radio", la rubrica dedicata ai libri curata da Annavelia Salerno, in onda alle 18.45. Verrà a trovarci in redazione il collega Geppino D'Amico, autore del libro "Storie di donne senza storia" (Edizioni Laveglia&Carlone), un libro che è il frutto di una ricerca meticolosa che il giornalista ha compiuto per l'Associazione culturale "Luigi Pica" di Sant'Arsenio, e che è ricco di elementi utili a ricostruire una storia lunga di soprusi e conquiste, ma anche di aneddoti e proverbi sagaci e spesso divertenti, che a loro modo costituiscono un pezzo di storia. Nel libro l'autore si sofferma sulle difficoltà che le donne del Cilento e del Vallo di Diano hanno dovuto superare nel corso dei secoli per uscire dalla sottomissione perché "sono state sempre soggette a qualcuno: prima al padre e poi al marito". Particolare attenzione è stata riservata all'età giovanile delle ragazze sulla cui illibatezza vegliava l'intera famiglia perché "chi se la vole piglià 'na femnmena quanno già n'ato se l'è 'ngegnata". In un rapido excursus l'autore ha poi ricordato i "patti matrimoniali" che fino al secolo scorso venivano stipulati davanti ad un notaio per stabilire la dote della donna. Molto spazio è stato riservato alla stregoneria e alla religiosità. Nella terza parte del libro vengono ripercorse le tappe che hanno portato all'emancipazione tra cui la conquista dell'elettorato attivo e passivo, la parità uomo-donna nel lavoro, il divieto di ogni discriminazione sul sesso, la patria potestà estesa ad entrambi i genitori, e, per ultima, la possibilità per i figli legittimi di assumere il cognome della madre se entrambi i genitori sono d'accordo. Conquiste importanti che hanno cambiato la società".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento