menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20090829071407_sommozzatori

20090829071407_sommozzatori

15 i sub compongono il Nucleo Sommozzatori

Vico Equense - Sono quindici i sub che compongono il Nucleo sommozzatori associazione Avf - Protezione civile del Comune di Vico Equense. Stamattina si è tenuta la presentazione del gruppo presso la casa comunale durante la quale si è parlato dei...

Sono quindici i sub che compongono il Nucleo sommozzatori associazione Avf - Protezione civile del Comune di Vico Equense. Stamattina si è tenuta la presentazione del gruppo presso la casa comunale durante la quale si è parlato dei compiti che svolgerà. Tra questi, la sorveglianza delle aree interdette dal litorale comunale, in particolare della conca di Alimuri, al fine di prevenire possibili incidenti, il controllo delle zone a tutela biologica, il primo soccorso degli incidenti nautici e subacquei nelle acque costiere comunali, la collaborazione con altri Enti per attività legate alla salvaguardia dell'ambiente marino e per emergenze in genere. Il nucleo è costituito da esperti sub con brevetti di livello superiore e tutti in grado di far fronte a necessità di intervento in mare e sott'acqua. "E' una realtà che fornisce alla nostra protezione civile una caratterizzazione completa - afferma Antonio Di Martino, consigliere comunale e promotore dell'iniziativa - che rispecchia il territorio in cui viviamo, fatto di mare, collina e montagna. Siamo l'unico Comune nella provincia di Napoli a possedere un nucleo sommozzatori e ad offrire un tale servizio". "Ora la prima cosa da fare - aggiunge Francesco Coppola, assessore all'ambiente - è effettuare un monitoraggio della costa per capire dove è necessario intervenire. Inoltre bisognerà informare i Comuni della penisola dell'attività di un nucleo che si muove su tutto il territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento