rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Attualità Capodrise

Maria Raucci e il calendario

Capodrise - Il Calendesercito è un tradizionale appuntamento con il quale la Forza Armata si presenta al pubblico attraverso la sua storia, la sua organizzazione e le attività che svolge in Italia e all’estero. Calendesercito 2008 è composto da...

Il Calendesercito è un tradizionale appuntamento con il quale la Forza Armata si presenta al pubblico attraverso la sua storia, la sua organizzazione e le attività che svolge in Italia e all’estero. Calendesercito 2008 è composto da una prefazione a cura del capo di stato maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Fabrizio Castagnetti e da una serie di tavole fotografiche che mostrano i luoghi, gli uomini, i reparti e la tecnologia di ieri e di oggi. “Per non dimenticare”, è la frase che meglio può spiegare il tema del Calendesercito 2008. Per non dimenticare la storia, ma soprattutto gli uomini che hanno contribuito a farla. Come i due “ragazzi del 1899”, ancora viventi, Cavalieri di Vittorio Veneto, ritratti nel paginone centrale che rappresentano i tradizionali valori di allora e di oggi. Attraverso il Calendesercito la Forza Armata vuole testimoniare lo straordinario dinamismo, l’autentica passione e la grande professionalità con le quali gli uomini e le donne della Forza Armata si misurano quotidianamente con sfide sempre nuove, per servire al meglio la collettività e avvicinarsi ogni giorno di più alla gente. Anche due militari del nostro territorio sono presenti sulle pagine del Calendesercito, mese di aprile, per essersi distinti per il loro operato nella missione UNIFIL-Leonte in Libano: il tenente Gianluca Petrai di Napoli e il caporale Maria Raucci di Capodrise (Caserta). L’anno scorso fu la volta del Capitano Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare per i fatti del check point Pasta a Mogadiscio del luglio 1992. Il Caporale VFP4 Maria Giuseppa Raucci, classe ’82, circa tre anni fa realizza il suo sogno intraprendendo la carriera militare come Volontaria nell’Esercito. Dopo un breve corso, è assegnata all’11° Reggimento Bersaglieri di Occenico (PN), con incarico “Conduttore di automezzi”. Effettiva alla 3^ Compagnia Fucilieri, dopo aver conseguito le patenti, riesce in poche settimane a convincere i colleghi maschietti, con la sua guida cosciente, disinvolta ma sicura, che non è sempre vero il detto “Donna al volante…pericolo costante”! Dal 29 settembre scorso è in Libano con l'11° Reggimento bersaglieri che è lo stesso reparto che partecipò alla prima missione ONU in Libano 25 anni fa, insieme ai paracadutisti della FOLGORE. Con la “Task Force ITALBAT 1”, Maria Raucci sta portando avanti un progetto che le interessa particolarmente: si tratta di una serie d’incontri tra tutte le ragazze del contingente italiano e le coetanee ragazze locali al fine di favorire momenti d’incontro e di riflessione, per scambiare idee ed esperienze reciproche sulle diverse esperienze lavorative, di vita sociale e culturale. Nel cuore del giovane caporale di Capodrise c’è la speranza che arriverà un giorno in cui le mamme libanesi potranno vedere i loro bimbi giocare e andare a scuola senza avere la preoccupazione dell’ombra di una nuova guerra con i vicini israeliani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maria Raucci e il calendario

CasertaNews è in caricamento