rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Attualità

Giovanna Maietta

Caserta - La pasionaria di Parco Cerasola colpisce ancora. Ieri mattina, domenica 18 marzo, la Maietta, leader della protesta per far chiudere l’Iperion, distribuiva volantini in piazza Dante a Caserta contro la scelta del presidente della...

La pasionaria di Parco Cerasola colpisce ancora. Ieri mattina, domenica 18 marzo, la Maietta, leader della protesta per far chiudere l?Iperion, distribuiva volantini in piazza Dante a Caserta contro la scelta del presidente della Provincia, Sandro de Franciscis, commissario del Consorzio Rifiuti Acsa Ce3, e del sindaco di Caserta Petteruti di riaprire la discarica Lo Uttaro, nella ex zona industriale di Caserta, dopo la ex Saint Gobain (Ghino ha già parlato di ciò a tempo debito, ciòè diverso tempo fa, dicendo che de Franciscis era incorso in un clamoroso autogol), doev si pensa di accumulare circa 450mila tonnellate di rifiuti: una montagna grande quanto l?intera Reggia di Caserta e forse ancora più. Una scelta fatta senza rendersi conto a cosa si andava incontro. Ora sarà curioso capire quanta gente parteciperà alla marcia di lunedì 19 alle 9.30 per le strade di Caserta: dal monumento ai caduti al Palazzo di città, contro de Franciscis e Petteruti. Contro Falco una protesta del genere non c?era mai stata e comunque non durante il primo mandato!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanna Maietta

CasertaNews è in caricamento