rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Attualità Aversa

Mai piu' bambini sordi: organizzato dai Lions Clubs

Aversa - Il Convegno Mai più bambini sordi, programmato per il corrente anno sociale dal Lions Club Aversa “CittàNormanna” si è svolto nella sala teatro della Scuola sottufficiali dell’aeronautica militare di Caserta. La conferenzaè stata...

Il Convegno Mai più bambini sordi, programmato per il corrente anno sociale dal Lions Club Aversa ?CittàNormanna? si è svolto nella sala teatro della Scuola sottufficiali dell?aeronautica militare di Caserta. La conferenzaè stata organizzata dagli otto Clubs dell?VIII Circoscrizione del distretto 108Ya (Capua ?Casa Hirta?,?Aversa Città Normanna?, Maddaloni ?Calatia?, Santa Maria Capua Vetere, Castel Volturno ?Città Domitiana?,Sessa Aurunca ?Maggio 1770?, Marcianise, Teano Alto Casertano) in collaborazione col Dipartimento diNeuroscienze - Sezione di Audiologia ? Centro di Riferimento Regionale per lo screening neonatale dei disturbidell?udito dell?Università degli Studi di Napoli ?Federico II?.Agli illustri relatori e al numeroso pubblico di presente, composto in gran parte da addetti ai lavori, il Generaledi Brigata Stenio Vecchi, comandante della Divisione Formazione Sottufficiali e Truppa SSAM di Caserta,ha voluto rivolgere uno speciale saluto di accoglienza, dichiarandosi ben lieto di ospitare un evento scientificocosì importante nella struttura da lui diretta.La valenza sociale del Convegno è stata rimarcata dal Dott. Michele Ginolfi, past governatore del Distrettodei Lions Clubs 108Ya e dal Dott. Alessandro Casale. Quest?ultimo in rappresentanza dei Clubs della VIIIcircoscrizione, non ha mancato di sottolineare anche l?impegno costante dei Lions in attività come questa dielevato valore civico e di service a favore dei più deboli.Prima dell?inizio della parte più propriamente scientifica del Convegno, si è svolta la cerimonia di donazionedi un impedenzometro, apparecchiatura necessaria per il completamento del protocollo diagnostico strumentale- attivazione del secondo livello di screeaning - all?Ospedale di Maddaloni. Lo strumento donato dal Dott.Salvatore Gentile, titolare della CCS EUROSON al Club normanno, è stato consegnato, a nome dei Clubsdella Circoscrizione, dal Sig. Giovanni Bo, presidente del Club di Aversa, al Dott. Nicola Scognamiglio, Responsabiledel Reparto ORL ? P.O. di Maddaloni. ?Con la consegna di questo strumento e con questa iniziativa? ha dichiarato Giovanni Bo - noi Lions della VIII Circoscrizione coltiviamo una speranza: che si possarealizzare un mondo ove non vi siano mai più bambini sordi?.Sugli obiettivi del Convegno ha svolto il suo intervento introduttivo il Ten. Col. Medico otorinodell?Aeronautica Militare Dott. Giustino Lunello, referente distrettuale del Gruppo di lavoro interdistrettualedel Service Mai più bambini sordi. ?Questo Convegno ? ha esordito il dott. Lunello ? è al contempo un momentodi riflessione e di approfondimento scientifico sulla prevenzione e il trattamento precoce della sordità edell?ipoacusia, azioni fondamentali per il superamento degli effetti disabilitanti generati da questa patologia. IlConvegno ? ha continuato il dott. Lunello - persegue, oltre l?obiettivo di sensibilizzare e informare l?opinionepubblica, anche quello di contribuire alla formazione di figure professionali per il Progetto Regionale di screeaningneonatale universale, primo e fondamentale passo per un trattamento efficace ed efficiente della sordità?.Per quest?ultima finalità a tutti i partecipanti medici di medicina generale, infermieri professionali, pediatri einfermieri pediatrici, otorinolaringoiatri, audiofonologi, logopedisti, tecnici audiometristi, e audioprotesistiche si sono iscritti al corso saranno rilasciati gratuitamente attestati, finanziati dai Lions, di Educazione Continuain Medicina (ECM) giacché al Convegno è stata riconosciuta anche la valenza di Corso di formazione pergli innumerevoli elementi di conoscenza forniti, utili per un costante aggiornamento medico.Proprio sull?importanza dello screeaning neonatale, sull?epidemiologia dei disturbi uditivi in età evolutiva esulle procedure e modalità del follow-up protesico e riabilitativo ha svolto una approfondita relazione il Prof.Elio Marciano, Responsabile del Dipartimento di neuroscienze dell?Università di Napoli ?Federico II?, mentre i medici audiologi, Dott. Vincenzo Marcelli e Dott. Gennaro Auletta, hanno parlato ad un uditorio particolarmenteinteressato della fisiologia della funzione uditiva, otoemissioni acustiche e problematiche relativealla diagnostica e alla protesizzazione acustica precoce.Infine è intervenuto il Direttore dell?U.O. Azienda ospedaliera di Caserta, Prof. Dott. Ortensio Marotta, ilquale, con l?ausilio di immagini e filmati, ha svolto un approfondita e dettagliata relazione sull?impianto coclearemostrando i progressi fatti fino ad oggi da questa innovativa tecnica di impianto per la quale la strutturada lui diretta costituisce nella Regione Campania, in Italia e in Europa un centro di eccellenza.Il Convegno ha fatto registrare anche un intervento fuori programma del presidente regionaledell?Associazione Nazionale per la Protezione e l?Assistenza dei Sordi (ANS), Cav. Rag. Camillo Galluccio,presente tra il pubblico con una numerosa rappresentanza di sordomuti ai quali l?intera conferenza è stata tradottain diretta da due interpreti italiano-lingua dei segni. ?L?ENS ? ha affermato il presidente Galluccio ? èparticolarmente impegnata per la tutela, la salute e l?integrazione dei bambini minorati dell?udito e della parola.Dobbiamo prendere coscienza che il problema va affrontato sotto due aspetti: uno medico e l?altro socioculturale.Il primo ? ha ribadito Galluccio - riguarda la diagnosi precoce, la prevenzione e l?informazione, cosìda consentire alle famiglie con bambini colpiti da questa patologia di affrontarla secondo possibili strategiemedico-scientifiche, dalle protesi alla logopedia. Il secondo fa capo alla presa di coscienza della sordità e dellesue implicazioni socio-culturali. Dunque, dell?accettazione della persona, dell?utilizzo di tutte le metodologienon invasive che devono assolutamente diventare progetto di vita del bambino sordo, per sostenerlo nelsuo cammino di crescita, nello sviluppo delle capacità cognitive e recettive, senza modelli precostituiti a immaginee somiglianza degli udenti. Noi ? ha concluso il Presidente regionale dell?ANS - chiediamo un impegnoda parte dello Stato per migliorare le risorse degli interventi medico-scientifici, nei progetti di integrazione,nel bilinguismo (italiano-lingua dei segni), nelle tecnologie, tutte cose essenziali per un modello socialeformato da udenti e non udenti?.Al presidente dell?ANS ha prontamente risposto il Dott. Paolo Prestopino, Direttore nazionale del ServiceMai più bambini sordi che ha dichiarato ?il Service Nazionale dei Lions sulla sordità infantile ha pienamenteraggiunto, in questo primo anno di attuazione, il suo obiettivo: oltre il 75% dei neonati della Campania hannoricevuto lo screening precoce, permettendo che in circa 50 casi si affrontasse e si risolvesse tempestivamentela problematica riscontrata; a livello nazionale è in avanzata fase di approvazione la proposta legislativa chepermetterà di inserire lo screening nei Livelli Essenziali di Assistenza Sanitaria. Ma i Lions non si fermanoqui, - ha concluso il Dott. Prestopino - perchè se al prossimo Congresso Nazionale di Fiuggi sarà approvata laproposta di rendere quello della Sordità Service permanente, essi si attiveranno per affrontare le esigenze deisordi da tutti i punti di vista e contribuire alla loro soluzione?.Il Convegno, nel suo insieme, è stato quindi molto più di una classica riunione di addetti ai lavori interessatiall?argomento riunitisi per discutere, scambiarsi informazioni ed esperienze. Esso ha costituito anche una utileoccasione per favorire un arricchimento di conoscenze, per tutti i partecipanti, su molti aspetti di questa patologia:dallo screening neonatale, alle nuove tecniche operatorie, dalla informazione e formazione, alle proposteper superare la condizione di emarginazione sociale dei sordi.Infine al Presidente dell?VIII Circoscrizione del Distretto 108Ya dei Lions Clubs, Col. Michele Coscetta, ètoccato il non facile compito di svolgere le considerazioni conclusive e ringraziare tutti quanti si sono volontariamenteattivati per la riuscita dell?iniziativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mai piu' bambini sordi: organizzato dai Lions Clubs

CasertaNews è in caricamento