rotate-mobile
Attualità Teverola

Il sindaco chiude opificio dopo i risultati preoccupanti delle analisi

Barbato: "I dati dell'Arpac non sono confortanti"

Il sindaco Tommaso Barbato lancia l'allarme da un punto di vista ambientale. "Non sono state confortanti le ultime notizie pervenute dall’Arpac - ha sottolineato il primo cittadino -. Le segnalazioni nei riguardi di un’azienda ubicata nella zona Pip hanno rilevato un superamento dei limiti di mercurio, cianuri totali e fluoruri attraverso un campione di acque reflue. Per questo motivo ho deciso di sospendere l’attività della ditta in questione", come annunciato dallo stesso sindaco nel corso della seduta consiliare di lunedì pomeriggio.

Barbato poi sottolinea: "E' tristemente nota l’appartenenza del nostro comune all’oscuro fenomeno della Terra dei fuochi. Teverola si trova in un’area soggetta a forti rischi per la salute dei cittadini. Prendere in mano le sorti del territorio e in particolar modo della qualità ambientale è indice di vitale importanza. Arrivati a questo punto, non possiamo ignorare le anomalie nelle emissioni atmosferiche, né tantomeno quelle individuate negli scarichi delle acque reflue. Pertanto, ho ritenuto necessario intervenire con urgenza e senza indugio, tutelando la salute della popolazione e di chi opera all’interno della società o dei relativi impianti. La chiusura dell’opificio persisterà fino all’eliminazione concreta degli elementi di criticità riscontrati dall’agenzia regionale per la protezione ambientale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco chiude opificio dopo i risultati preoccupanti delle analisi

CasertaNews è in caricamento