menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rodolfo, il titolare del Drengot risto-pub di Aversa

Rodolfo, il titolare del Drengot risto-pub di Aversa

“Apro il pub e pago le multe ai clienti. Da ottobre neanche un euro di ristoro”

Il gestore del Drengot lancia la sfida: “Non sono negazionista, ma ho una famiglia da mantenere”

Zona rossa e ristoranti ancora chiusi. Le pesanti restrizioni anti-Covid continuano a presentare un amaro conto sotto il profilo economico e centinaia di ristoratori della provincia di Caserta sono sull'orlo di una crisi quasi irreversibile.

Ma c'è chi non ci sta e contesta il decreto legge approvato il 1° aprile dal governo Draghi che prevede un lockdown soft per quasi un mese. Come Rodolfo, titolare del Drengot risto-pub di Aversa, che da oggi (mercoledì 7 aprile) aprirà di sera al pubblico con servizio al tavolo. "Saranno rispettate tutte le norme anti Covid previste dalla legge, adoperate anche durante gli orari di pranzo in zona gialla e negli autogrill - fa sapere Rodolfo - Noi rispettiamo i nostri clienti. Ci faremo carico di eventuali sanzioni effettuate ai nostri clienti da parte delle forze dell'ordine".

Una sorta di "disobbedienza civile" dettata da una situazione economica piuttosto critica. "Non sono un negazionista, ma ho una famiglia da mantenere - ha detto Rodolfo a Casertanews - In questo anno di pandemia ho perso l'80% di fatturato, perchè il mio locale non è improntato all'asporto. Per di più da ottobre ad oggi non ho ricevuto neanche un euro di ristoro. E' davvero impossibile andare avanti così".

Il titolare del Drengot, dunque, lancia la sfida e chiede che alla ristorazione vengano lasciati gli stessi diritti degli altri negozi. "Possiamo riaprire in sicurezza, come stanno facendo moltissimi altri esercenti. Io ho un locale abbastanza grande, con 450 posti a sedere e tre sale. Perchè non riaprire, ad esempio, con 30/40 posti a sedere disponibili? Da stasera lo farò e mi assumerò tutte le responsabilità del caso".

Tuttavia la sfida lanciata da Rodolfo non ha incassato l'appoggio degli altri ristoratori del territorio: "Mi rendo conto che da solo non potrò ottenere alcunchè, ma almeno ci ho provato. Dagli altri ristoratori ho ricevuto solo paura totale. Non capisco onestamente di che, visto che stiamo perdendo tanti soldi e una sanzione in più non cambia la vita".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento