rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

Piano di protezione civile, individuate aree di attesa in caso di emergenze

Definisce tutte le procedure, le buone pratiche da adottare in caso di emergenza e/o di calamità

La Giunta ha approvato il nuovo Piano Comunale di Protezione Civile, un aggiornamento molto rilevante rispetto al precedente documento, che era stato redatto nel 2015. Il Piano Comunale di Protezione Civile è uno strumento fondamentale di prevenzione e gestione dei rischi naturali che ha l’obiettivo di garantire la sicurezza e la tutela dei cittadini che vivono in aree esposte ad eventi quali terremoti, alluvioni, frane, eruzioni vulcaniche, mareggiate, deficit idrico, incendi boschivi. Esso, infatti, consente alle autorità di predisporre e coordinare gli interventi di soccorso. Ed è proprio questo uno degli elementi che caratterizzano maggiormente il documento.

Il Piano, infatti, definisce tutte le procedure, le buone pratiche da adottare in caso di emergenza e/o di calamità. In particolare, poi, nel Piano vengono individuate anche le cosiddette aree di attesa, ovvero quei luoghi in cui devono raccogliersi le persone qualora si presenti una situazione di emergenza. Queste aree prevedono anche l’allestimento di strutture di prima accoglienza quali tende e camper, con relativi allacci alla rete idrica ed elettrica. Il Piano Comunale di Protezione Civile, redatto nel rispetto delle linee guida 2023 fornite dalla Regione Campania, oltre a un minuzioso lavoro svolto sull’individuazione delle aree di attesa, ha visto la realizzazione di planimetrie suddivise per frazioni e di una nuova segnaletica delle aree di emergenza. In particolare, le aree di attesa sono state individuate in: via Lamberti; via Tommaso Campanella; Via Gasparri – Giardini della Flora; via Arno; via Ruggiero – Parco ISES; Piazza Cattaneo; Piazza Padre Pio; Piazza Vanvitelli; Via Galilei (Villetta Giaquinto); via Avellino; Via Ferrarecce; Piazza Vetrano; via Pasteur; Viale degli Aranci; via dei Vecchi Pini; via Feudo San Martino; viale Ellittico (nei pressi dell’Università); via Gemito; piazza Pitesti; Monumento ai Caduti; via Pasolini; via Concezione (Villetta Comunale di Puccianiello); via Tifatina-via Rufo (Villetta Santa Barbara); via Tiglio (Casertavecchia); via Risorgimento (Scuola Materna di Pozzovetere); Casola (Villetta Comunale); vicolo Abbagnano (Tuoro); largo Martiri di via D’Amelio; via Galatina (San Clemente). Le aree di ricovero, invece, sono state allocate in: viale Medaglie d’Oro (Stadio Pinto); viale delle Industrie; Piazza Carlo di Borbone; via Ruta (Area Mercato); via Talamonti; Rione Vanvitelli; Parco La Selva (Campo sportivo); San Clemente (Campo da baseball); San Clemente (Zona poligono di tiro); San Clemente (Villetta); Via Ferrarecce (San Benedetto); Via Tiglio (Casertavecchia).

“Abbiamo redatto un Piano Comunale di Protezione Civile estremamente dettagliato, – ha spiegato il Sindaco di Caserta, Carlo Marino – che ci consentirà di farci trovare pronti in caso di emergenza. Soprattutto in un periodo come quello attuale, dove purtroppo abbiamo assistito a situazioni di crisi piuttosto serie, è fondamentale che il Comune si doti di uno strumento così importante”. “Dopo l’approvazione del Piano in Giunta – ha aggiunto l’Assessore alla Protezione Civile, Massimiliano Marzo – organizzeremo una massiccia campagna informativa, che sia in grado di comunicare ai cittadini tutte le notizie utili contenute all’interno del documento. In particolare, allestiremo dei gazebo nelle frazioni e, insieme ai volontari del nostro ottimo Gruppo di Protezione Civile, approfondiremo i vari aspetti con i residenti. È nostra intenzione, poi, diffondere il Piano all’interno delle scuole di ogni ordine e grado della città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano di protezione civile, individuate aree di attesa in caso di emergenze

CasertaNews è in caricamento