menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'appalto milionario non si sblocca, la Tekra contesta numero e livelli dei dipendenti

Chiesta la presenza del sindaco alla prossima riunione, intanto la magistratura indaga dopo l'esposto

Non sono stati ancora superati i problemi relativi al numero dei dipendenti ed all'inquadramanto degli stessi che sta bloccando il passaggio di cantiere tra la Senesi e la Tekra ad Aversa. Giovedì si è svolto un nuovo incontro, al quale hanno preso parte anche le organizzazioni sindacali, nel corso del quale la Tekra ha ribadito che ci sono problemi relativi all'assunzione di tutto il personale assunto negli anni dalla Senesi. In particolare, così come Casertanews aveva già raccontato, ci sono operai che non sono ritenuti appartenenti al cantiere, ci sono quelli che da anni il Comune di Aversa non riconosce e poi ci sono discrepanze tra i livelli degli operai pubblicati con la gara e quelli comunicati da Senesi.

"Ora le parti - ha commentato il sindaco di Aversa Alfonso Golia - chiedono di coinvolgere negli incontri gli enti preposti ossia il Comune, la direzione territoriale del lavoro e la Prefettura. Cosa che tra l'altro noi abbiamo fatto fin dal primo giorno. Nel rispetto delle normative vigenti e dei diritti delle parti coinvolte, la nostra posizione resta quella di esigere il rispetto per i cittadini “perbene” e contribuenti aversani che non possono più sottostare a una raccolta a singhiozzo. Ho precisato “perbene” perchè purtroppo registriamo il fenomeno di chi approfitta della situazione per gettare rifiuti indifferenziati creando cumuli. Ho chiesto alla Polizia Locale e alle Forze dell’Ordine collaborazione per debellare il fenomeno. È una situazione molto delicata, che affonda le sue radici in anni addietro, sulla quale è al lavoro anche la magistratura e su cui l'attuale amministrazione vuole fare piena luce. È chiaro però che così non si può andare avanti. Il nostro dirigente in questi mesi ha contattato le ditte inserite nella 'White list' della Prefettura, ma nessuna ha dato la disponibilità per assumere il servizio. Anche questo è un aspetto che merita approfondimenti. Siamo i primi a soffrire per i disservizi e siamo al lavoro con tutti gli Enti e le parti coinvolte per trovare una soluzione che depenalizzi Aversa e i suoi cittadini. Stiamo parlando di un servizio fondamentale che incrocia tematiche igienico ambientali. Ed è bene che ognuno si assuma le proprie responsabilità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento