Attualità Mondragone

Antenna della Tim abusiva, scatta l'ordinanza di demolizione

Il Comune intima a tre cittadini di procedere alla rimozione della stazione radio base di telefonia mobile installata in via Domiziana

La stazione radio base di telefonia mobile installata in via Domiziana a Mondragone

La stazione radio base di telefonia mobile installata dalla Tim-Telecom Italia spa in via Domiziana (km 16,300) a Mondragone è abusiva e dunque deve essere rimossa. Lo ha stabilito il responsabile comunale all'Edilizia, architetto Salvatore Catanzano che ha firmato un'ordinanza indirizzata ai tre responsabili dell'abuso: L.N. (82enne mondragonese, in qualità di proprietario); M.R. (35enne di Formia, locatario dell'area); M.D.V. (direttore dei lavori).

Il 9 agosto 2021 veniva inoltrata al protocollo generale dell'Ente da parte della Tim-Telecom Italia spa la richiesta per l'installazione di una stazione radio base di telefonia mobile di tipo provvisorio posta su di un mezzo carrato da ubicarsi in via Domiziana, nei pressi di un negozio di ortofrutta. Tuttavia, secondo quanto emerge dal provvedimento firmato da Catanzano, l'istanza è stata inoltrata tramite pec e non tramite lo Sportello unico per l'edilizia. Inoltre non vi è riscontro del parere di competenza dell'Arpac e la comunicazione di avvio dei lavori è stata data in violazione del decreto del Presidente della Repubblica n.31 del 2017. Le opere sono state realizzate senza alcun atto autorizzativo e, tra l'altro, non possono essere autorizzate in quanto risultano in contrasto con la normativa vigente. "In particolare necessitano di appositi nulla osta ambientale ed edilizio", precisa Catanzano nell'ordinanza.

Ora dunque i tre responsabili dell'abuso avranno di tempo fino a novembre per rimuovere la stazione radio base di telefonia mobile e ripristinare lo stato dei luoghi. Qualora ciò non accadesse le opere saranno demolite dal Comune a spese dei destinatari dell'ordinanza, che verranno segnalati all'autorita giudiziaria. Il provvedimento è stato trasmesso anche alla polizia municipale che dovrà farlo osservare. Tuttavia i tre responsabili dell'abuso potranno fare ricorso al Tar della Campania entro 60 giorni dalla notifica dell'ordinanza oppure entro 120 giorni dinanzi al Presidente della Repubblica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antenna della Tim abusiva, scatta l'ordinanza di demolizione

CasertaNews è in caricamento