Respinto il ricorso di 3 cittadini, l'antenna telefonica si può installare

La decisione del giudice del tribunale amministrativo regionale

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Settima) ha autorizzato la compagnia telefonica, Wind Tre, all'installazione di un'antenna nel territorio di Ailano. Il giudice del Tar infatti ha respinto il ricorso di tre cittadini che avevano chiesto l'annullamento dell'autorizzazione paesaggistica concessa dal Comune di Ailano e tutti gli atti collegati portando in giudizio anche l'Ente Parco Regionale del Matese; l'Arpac - Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania; il Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo. Secondo il giudice però "il ricorso non è assistito da sufficienti indizi di fondatezza, non apparendo esservi stato alcun difetto di istruttoria in ordine alla disponibilità del sito di installazione da parte della società telefonica, nonché tenuto conto del parere tecnico favorevole espresso dall’Arpac con riferimento alla compatibilità del progetto con i limiti di esposizione, i valori di attenzione e gli obiettivi di qualità stabiliti a livello nazionale". Anche perché "non risultano forniti dalla parte ricorrente elementi concreti in ordine al danno alla salute pubblica, solo genericamente paventato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento