rotate-mobile
Attualità San Cipriano d'Aversa

Antenna Iliad 'autorizzata' dall'Ente, c'è il ricorso: sarà 'guerra' in tribunale

Alcuni residenti si scagliano contro il Comune e contro l'Arpac

Due genitori di San Cipriano d’Aversa hanno presentato un ricorso al Tar della Campania contro il Comune di San Cipriano d’Aversa, contro l’Arpac e nei confronti di Iliad per opporsi alla installazione di un “grande impianto di telefonia mobile, composto da una struttura in metallo e da vari ripetitori” e “posto sul lastrico di una palazzina privata, proprio alla stessa altezza di altri appartamenti e terrazzi circostanti”. Ad approvare questa installazione proprio il Comune che in realtà continua a sostenere di avere operato nel giusto tanto da costituirsi in giudizio contro i due cittadini, di fatto a favore di Iliad. L’antenna segna proprio il confine tra i Comuni di San Cipriano d’Aversa e Casal di Principe tanto è vero che i ricorrenti sono residenti a Casale ma “vivono tutti nelle immediate vicinanze del nuovo impianto, da cui sono separati solo dalla strada”. Chiaramente i ricorrenti chiedono che si stoppi il procedimento di installazione dell’antenna mentre l’Ente municipale guidato dal sindaco Vincenzo Caterino vuole a tutti i costi che si installi. Sarà il tribunale a fare chiarezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antenna Iliad 'autorizzata' dall'Ente, c'è il ricorso: sarà 'guerra' in tribunale

CasertaNews è in caricamento