Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità Portico di Caserta

Scoppia il caso sull'antenna 5G: è scontro tra 2 Comuni

Il Comune di Macerata Campania chiama in causa il Comune di Portico di Caserta

Scoppia il caso relativo all'installazione di un'antenna 5G sul territorio di Macerata Campania, a ridosso del comune di Portico di Caserta, precisamente di fronte al campo sportivo. L'Ente comunale maceratese ha incaricato un legale per opporsi alla realizzazione di tale antenna e nell'atto difensivo ha richiesto la chiamata in causa del Comune di Portico.

Secondo quanto riferito dal sindaco portichese Giuseppe Oliviero "è stata richiesta la chiamata in giudizio al fine di verificare la possibilità di ottenere quelle valutazioni che dovevano essere fatte nell'ambito dell'istruttoria da parte del Comune di Macerata e che non ha mai provveduto a fare". Intanto "con un nostro legale di fiducia stiamo valutando se intervenire nel processo oppure intentare una causa civile, anche perché in zona esistono altri ripetitori", spiega.

"Purtroppo la giurisprudenza amministrativa sulle antenne è abbastanza chiara. Se vengono rispettati i limiti di emissione e i regolamenti comunali, che devono essere chiari, le istituzioni locali non hanno potere di opporsi", aggiunge Oliviero che ricorda: "Con apposita ordinanza sindacale abbiamo vietato l'installazione delle antenne 5G sul nostro territorio". Poi assicura: "Stiamo facendo tutto il possibile per salvaguardare la salute di tutti noi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia il caso sull'antenna 5G: è scontro tra 2 Comuni

CasertaNews è in caricamento