Attualità

"Anomalie nella procedura per il servizio civile": 5 consiglieri chiedono commissione d'inchiesta

Nessuna pubblicità alla domanda, solo 27 domande per 18 posti. "Candidati riconducibili a sindaco, assessori e consiglieri di maggioranza"

Roberta Argenziano e Filippo Topo

Nei giorni scorsi è stata presentata la richiesta per la costituzione di una commissione d’inchiesta a Capodrise con lo scopo di effettuare un approfondito controllo sull’intera procedura di selezione dei volontari e per segnalare eventuali anomalie alle autorità competenti. Dopo aver esaminato gli atti, i consiglieri Roberta Argenziano, Anna  Maria Cipullo, Giuseppe Glorioso e Filippo Topo hanno deciso di sottoporre le criticità riscontrate a tutto il consiglio comunale. “Dai documenti forniti dagli uffici si evince che diverse siano state le anomalie nella procedura” affermano entrando nello specifico. “Innanzitutto il Comune di Capodrise non ha mai provveduto a pubblicare il Bando sul sito dell’Ente violando, in tal modo, i principi di imparzialità, pubblicità e trasparenza”. Inoltre, i consiglieri hanno riscontrato che “non è stata creata una sezione del sito dedicata al Servizio Civile, in palese violazione dell’art. 2 del contratto di impegno stipulato dall’Ente. Tali violazioni, unitamente al fatto che  il sindaco e gli assessori non abbiamo ritenuto opportuno pubblicizzare tale iniziative attraverso comunicati stampa o social network, ha comportato una bassissima partecipazione dei giovani al progetto ospitato dal comune di Capodrise. Di fatto solo pochi erano informati di tale opportunità e solo 27 “eletti” hanno deciso di presentare la domanda per i 18 posti messi a Bando”. Un ulteriore obiettivo della commissione sarà quello di verificare la circostanza che “ricondurrebbe molti candidati, in modo diretto o indiretto, a membri della maggioranza consiliare, a membri della Giunta o al  Sindaco”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Anomalie nella procedura per il servizio civile": 5 consiglieri chiedono commissione d'inchiesta

CasertaNews è in caricamento