Mare pulito, l'Arpac promuove il litorale casertano dopo oltre 200 campionamenti

Soltanto 5 i campioni che hanno dato riscontro sfavorevole, ma nessuno in Terra di lavoro

Il litorale casertano promosso a pieni voti. Lo attestano gli ultimi campionamenti di acque di balneazione effettuati finora da Arpac, 218 nel solo mese di agosto, 1951 dall'inizio della campagna di monitoraggio 2019. 

Come si legge nell’ultimo report pubblicato dall’agenzia regionale, la quasi totalità dei controlli di agosto, tra prelievi di tipo routinario (previsti da calendario), prelievi in punti di studio e prelievi emergenziali, sono risultati entro i limiti di legge per i parametri batteriologici Escherichia coli ed Enterococchi intestinali, indagati quali indicatori di contaminazione fecale. 

“Sono solo cinque nei primi giorni di agosto - spiegano dall’Arpac - i campioni che hanno dato riscontro sfavorevole alle determinazioni analitiche eseguite dai laboratori Arpac, in quattro acque di balneazione. I comuni  interessati dai valori fuori limite sono  Castellammare di Stabia (tratto "Arenile Pennella") e Sorrento ("Marina Grande – lato Est") per la provincia di Napoli, inoltre Vietri sul Mare ("Marina di Vietri - Primo Tratto" e "Marina di Vietri – Secondo Tratto") per la provincia di Salerno”. 

Nessuno quindi sul litorale domizio, che si attesta come sicuro per i bagnanti. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni per valutare la salubrità del mare in Campania, affidati al coordinamento della UO Mare diretta da Lucio De Maio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento