rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Attualità Alvignano

Arriva l'ambulanza in paese e scatta la psicosi da Coronavirus ma "il cinese non c'è"

L'avviso del sindaco Marcucci dopo il tam tam tra i cittadini. Negativo il tampone somministrato a Maddaloni

Nessun cinese in paese. E' stato costretto a dover emanare un avviso pubblico per tranquillizare la popolazione il sindaco di Alvignano Angelo Francesco Marcucci.

Il caso

A far scattare l'allarme è stata un'ambulanza intervenuta ad Alvignano per una persona, un altro straniero, che si era ferita in casa. La sola presenza del mezzo e la provenienza asiatica del soccorso (sembrerebbe un indiano) ha destato il sospetto di qualche cittadino. Sospetto che si è trasformato in psicosi nel giro di qualche minuto, passando di bocca in bocca (e di post in post) in una sorta di telefono senza fili: "C'è un cinese contagiato dal virus", era sicuro qualcuno riferendosi al titolare di un bazar.

Le verifiche

Per fugare ogni dubbio il sindaco Marcucci ha inviato una pattuglia della polizia municipale sul posto per verificare la fondatezza della "vox populi". E la verità è venuta a galla ben presto: nessun caso di contagio. 

L'avviso del sindaco

Per tranquillizzare la cittadinanza il sindaco Marcucci ha emanato un avviso pubblico: "Si tranquillizza la cittadinanza - si legge - circa la presenza del cinese titolare del negozio ad Alvignano, signor Luigi, precisando che, su accertamento, risulta assente dal paese dal 9 gennaio 2020. Non esiste, pertanto, alcun pericolo di contagio per mancata presenza in Alvignano del soggetto in questione", conclude Marcucci. 

Negativo il tampone a Maddaloni

Intanto, è risultato negativo il tampone somministrato ad una persona a Maddaloni. Si era presentata in pronto soccorso con sintomi influenzali attivando la procedura di emergenza. Fortunatamente i test hanno dato esito negativo. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva l'ambulanza in paese e scatta la psicosi da Coronavirus ma "il cinese non c'è"

CasertaNews è in caricamento