Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Mobilitazione generale degli allevatori bufalini: "Stop abbattimenti"

Corteo da Casal di Principe ad Aversa contro il piano regionale per debellare la brucellosi

Gli allevatori bufalini scendono in piazza contro gli abbattimenti. E' in programma per giovedì prossimo, 1 luglio, la mobilitazione generale del comparto, con la partenza dei trattori da Casal di Principe e l'arrivo ad Aversa.

"Il fallimento del piano regionale di eradicamento della brucellosi ha ottenuto un solo risultato: l’abbattimento di 40.000 capi e l’aumento dell’infezione fino a raggiungere il 19% delle aziende bufaline - si legge in una nota delle associazioni "di tutela bufala mediterranea" e "amici della bufala" promotrici della manifestazione - I problemi si sono ulteriormente aggravati e chi ha già fallito invece di liberare il campo dando la possibilità di scegliere strade alternative come la vaccinazione degli animali, propone ulteriori abbattimenti. Con questo ritmo si arriverà presto alla distruzione delle aziende e dell’economia casertana. Vogliamo ricordare che il comparto bufalino casertano rappresenta il 60% dell’allevamento in Italia. La produzione di mozzarella ha un impatto notevole sull’intero Pil della nostra provincia e presenta un trend in forte crescita su tutti i mercati nazionali ed internazionali".

Anche l'Amministrazione comunale di Cesa si è espressa a favore della tutela della Bufala Mediterranea Italiana in Terra di Lavoro con una delibera di giunta. "I Bufali del Casertano sono il fiore all’occhiello della nostra agricoltura e la mozzarella è un prodotto di eccellenza conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo - fa sapere il sindaco Enzo Guida - La Filiera Bufalina (dai Foraggi, al Latte, alla Mozzarella) garantisce occupazione a migliaia di persone, anche oggi durante la pandemia da covid19, mentre le produzioni zootecniche e l’economia ad essa correlata è costantemente in pericolo. Le aziende del settore hanno rappresentato, ai vari livelli istituzionali, le criticità che riguardano questo comportato. Chiedono alla Regione Campania l’applicazione della Legge Regionale n. 27 del 2019, per il controllo delle malattie infettive della bufala e chiedono l’immediata sospensione dell’attuale Piano regionale, con l’adozione di una nuova programmazione, applicando le norme Europee".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilitazione generale degli allevatori bufalini: "Stop abbattimenti"

CasertaNews è in caricamento