"Chiudete le finestre, inquinamento preoccupante". Allarme dopo il rogo nell'azienda di rifiuti

Il 'consiglio' ai cittadini del sindaco Velardi dopo l'incendio alla Lea di Marcianise

L'incendio alla Lea di Marcianise

“Tenere chiuse porte e finestre, evitando che negli edifici entrino flussi d'aria dall'esterno”. È l’invito rivolto dal sindaco di Marcianise Antonello Velardi ai suoi cittadini dopo il rogo che ha coinvolto la Lea, ditta di stoccaggio rifiuti già sequestrata nelle scorse settimane dalla Procura.

“L'aria ha raggiunto livelli di inquinamento che destano allarme – scrive Velardi - soprattutto nelle zone di periferia a ridosso dell'area industriale. Tutto ciò è stato determinato dal noto, gravissimo incendio di rifiuti divampato stamattina in uno stabilimento - la Lea - nella zona industriale di Marcianise. Al momento non siamo in possesso di dati certi che l'Arpac non riesce ad elaborare soprattutto per i repentini cambi della direzione del vento. Nell'attesa di dati certi e di conseguenti provvedimenti che verranno assunti, è opportuno assumere condotte di prudenza e di difesa. È perciò vivamente consigliato tenere chiusi gli infissi degli edifici ed evitare di transitare nella zona industriale. Alcuni primissimi accertamenti effettuati dai Vigili del Fuoco nell'area dell'incendio hanno nel frattempo determinato già la chiusura immediata e il blocco di diversi impianti industriali ubicati nelle vicinanze”.

Per fortuna l’incendio è attualmente sotto controllo. “Alle 14 – spiega il sindaco - risultano ancora attivi pochi focolai. Ringrazio vivamente i Vigili del Fuoco per l'azione svolta. Massiccia, celere, efficace: senza il loro immediato intervento le conseguenze sarebbero state molto più gravi. Voglio rassicurare i cittadini: sul posto ci sono tutte le forze di polizia che stanno effettuando gli opportuni accertamenti per individuare modalità e responsabilità dell'incendio. Fin dell'alba sul posto è presente in forze la nostra polizia municipale: tutti gli uomini a disposizione sono stati richiamati. Ad horas è stata convocata una riunione presso la prefettura di Caserta. Ulteriori aggiornamenti saranno da me forniti nel corso delle prossime ore. Ai cittadini di Marcianise tali aggiornamenti arriveranno anche tramite messaggi telefonici preregistrati direttamente a casa. Confermo che si tratta di disastro ambientale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Muore a 49 anni col virus. La rabbia del sindaco: "Smettiamola di sottovalutare la situazione"

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

Torna su
CasertaNews è in caricamento