Attualità Maddaloni

Strade allagate, scatta l'esposto in Procura

La protesta degli autisti sugli effetti del collettore fognario ex Casmez. I sindacati scrivono al Prefetto

Sono state ancora una volta denunciate le problematiche derivanti dal collettore fognario ex Casmez, una delle cause di allagamenti, dopo il maltempo, delle strade, dei campi e delle abitazioni in diversi comuni del casertano. A farlo sono state le segreterie provinciali dei sindacati dei trasporti Uil, Cisl e Cgil che hanno inviato una nota alla Prefettura di Caserta, alla Procura e alla Regione Campania a seguito delle innumerevoli segnalazioni dei cittadini e delle proteste degli autisti.

Ad essere colpite dal disagio sono la strada statale 7 via Appia (da Maddaloni, Forchia, Arienzo, San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico, Cervino e Acerra) e l'ex strada provinciale Nola-Caserta, che ogni qual volta si verificano piogge (anche meno intense) si ritrovano visibilmente allagate. 

"Condizioni preoccupanti che abbiamo anche noi avuto modo di verificare - scrivono i sindacati - sono tali che davvero sembrano strade del terzo mondo e che forse solo per puro caso o fortuna ad oggi non hanno causato incidenti mortali. Riteniamo che debba essere riconosciuto lo stato di emergenza per queste arterie, viste le condizioni che determinano ad ogni singola precipitazione".

"Chiediamo che la Prefettura convochi urgentemente un tavolo con Regione, Procura, Provincia, sindacati e comuni interessati, in modo da eliminare rischi e pericoli a cui i cittadini sono sottoposti da anni", concludono Uil, Cisl e Cgil.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade allagate, scatta l'esposto in Procura

CasertaNews è in caricamento