rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Attualità Capua

Allagamenti, assembramenti e violenze: "Subito un tavolo per l’ordine pubblico"

Roberto Barresi è una furia: "Capua è una città senza regole, controlli e sicurezza"

“Dopo i gravi episodi avvenuti in pochi giorni a Capua, è indispensabile ed urgente che si intervenga e che si convochi un tavolo istituzionale per l’ordine pubblico e sicurezza e faremo sentire la nostra voce, portando la nostra richiesta alla commissaria prefettizia Sorrentino”. A parlare è Roberto Barresi, coordinatore cittadino del movimento civico “Insieme per Capua”, al termine di una riunione di cittadini e simpatizzanti.

“Cimiteri danneggiati nei giorni scorsi in ben tre assalti, strade allagate a causa delle caditoie e dei tombini otturati e trascurati, teatri trasformati in discoteca, con centinaia di giovani che ballano in pericoloso assembramento e senza mascherine, un altro giovane accoltellato l’altra sera per strada, studentesse molestate all’uscita delle scuole, rom che bivaccano proprio davanti al portone di ingresso dell’antico Santuario di San Lazzaro, chiesa dell’arcivescovo, condizionandone gravemente le attività religiose e furti ormai commessi alla luce del sole. Questa – ha dichiarato Barresi – è la situazione attuale di Capua, una città allagata, senza regole, senza controlli e senza sicurezza".

"Non è più tollerabile che la nostra città, che esce da un periodo triste di incapacità amministrativa e di politica politicante inutile e mediocre, debba essere “regno” di arroganti, violenti, malavitosi, bulli e trasgressori di regole anti Covid (fatto gravissimo, se pensiamo che a Capua c’è ancora una significativa percentuale di positivi) - continua - Non vogliamo una città dove ognuno fa ciò che gli pare, in barba a tutto ed a tutti, dove i nostri defunti vengono vilipesi, i nostri figli aggrediti, molestati o favoriti in assembramenti “pro Covid”. Non vogliamo una città senza controlli dove i cittadini che pagano le tasse sono costretti ad agire in modo volontario per dare un po’ di decenza al nostro territorio. Non vogliamo una città dalla rete viaria dissestata, dalle caditoie e tombini otturati e trascurati nella manutenzione e pulizia, più volte e da più parti richiesta e mal effettuata, che si allaga ad ogni temporale, creando situazioni di pericolo e gravi disagi ai cittadini".

"E’ necessario che una buona volta si intervenga per scongiurare il pericolo di allagamenti stradali e si prenda coscienza del problema sicurezza ed ordine pubblico a Capua. Chi, meglio di un’ottimo vice prefetto, nella sua qualità di commissario prefettizio e donna delle Istituzioni, può prendere l’iniziativa di riportare un pò di normalità in città, convocando un tavolo per l’ordine pubblico e la sicurezza, invitando ovviamente a parteciparvi anche le forze dell’ordine presenti a Capua e la polizia locale? In fondo - ha concluso Barresi - non chiediamo altro, se non ordine, sicurezza anche stradale e controllo del territorio. I fatti accaduti, danno forza alle nostre richieste, ci rendono doverosamente vicini ai cittadini e ne motivano l’estrema urgenza”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allagamenti, assembramenti e violenze: "Subito un tavolo per l’ordine pubblico"

CasertaNews è in caricamento