rotate-mobile
Attualità Cellole

Emergenza alghe rosse a Baia. “Fenomeno naturale causato da inquinamento dell'uomo”

I risultati dei test dell’Arpac dopo l’esposto. Ora l’associazione ‘Baia Felix’ vuole coinvolgere l’Università

Le alghe che hanno invaso il mare a Baia Felice sono un fenomeno naturale causato da “inquinamento antropico”, cioè per mano dell’uomo. E’ quanto è emerso dai test effettuati dall’Arpac dopo l’esposto (che Casertanews aveva annunciato) presentato da un avvocato che lamentava la presenza costante delle alghe nel tratto di mare casertano.

Alghe Rosse Baia Felice

A rendere nota la risposta è stato il comitato Baia Felix che ha affrontato la delicata vicenda nel corso di un incontro dei soci del direttivo che si è svolto sabato proprio sull’ermegenza alghe rosse che “è oramai presente da oltre 50 giorni. Ai presenti alla riunione, tra cui i componenti del direttivo Giampaolo Irene, Gennaro Guida, Vincenzo De Simone, Antonio Savarese, Massimo Macri, Antonio Perrone, Antonio Flavio Pannone ed alcuni associati, è stato presentato l’avvocato Antonio Fusco che ha dato la propria disponibilità ad affrontare ove necessario un percorso di supporto e consulenza legale al gruppo e sopratutto alla tutela del territorio Baia Felice. L’avvocato Fusco aveva già di sua iniziativa aveva inviato un esposto agli organi preposti al controllo e alla salvaguardia dell’area balneabile, informandoci  che l’ARPAC, quale ente competente, aveva effettuato, in data 20 luglio 2022, un attività di monitoraggio e di accertamento dei parametri microbiologici cui è interessato il nostro tratto di mare. L’ente aveva riscontrato che trattasi di fenomeni naturali attribuibili a fonti di inquinamento antropico (causato dall’uomo, ndr), che si accentuano, nostro malgrado, con le temperature alte”.

L’associazione Baia Felix ha intenzione "di provare la strada del coinvolgimento della Università e/o di un laboratorio riconosciuto dagli enti pubblici per uno studio interdisciplinare delle analisi delle acque dei torrenti, partendo dal Torrente Trimoletto e le cause che provocano il fenomeno delle alghe rosse e delle acque torbide (probabilmente i dertilizzanti, gli scarichi abusivi del pantano, le acque bianche dei caseifici, e i reflui depurati). Nel frattempo si provvederà tramite il supporto dell’avvocato Fusco alla richiesta urgente all’Arpac dell’analisi delle acque del Torrente Trimoletto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza alghe rosse a Baia. “Fenomeno naturale causato da inquinamento dell'uomo”

CasertaNews è in caricamento