L'albero di Natale dei 'selfie' fa esplodere la polemica

Fratelli d'Italia attacca: "Solo in centro, commercianti discriminati"

L'albero di Natale montato in piazza Dante a Caserta su input della Camera di Commercio

Il Natale a Caserta comincia tra le polemiche. A far scaldare gli animi è l'albero natalizio montato, come da tradizione, in piazza Dante e la scelta della Camera di Commercio di Caserta di apporre le luminarie natalizie solo in alcune zone del centro della città.

"Mai come quest’anno il settore terziario è in gravissima difficoltà a causa della pandemia da coronavirus e di conseguenza tutti i commercianti hanno bisogno in egual modo di attenzioni e sostegno da parte degli organi competenti - affermano il consigliere comunale Stefano Mariano e la dirigente del coordinamento cittadino di Fratelli d'Italia Adriana Giusti - E’ un gravissimo discrimine aiutare alcuni a discapito di altri, non è concepibile mettere in risalto con gli abbellimenti natalizi solo alcune zone, come piazza Dante, una parte del Corso Trieste, parte di via Cesare Battisti, via Mazzini e piazza Vanvitelli. I 60mila euro che la Camera di Commercio stanzia oramai da molti anni per addobbare parte della città, quest’anno avrebbero dovuto essere ripartiti equamente, per tutte le zone commerciali di Caserta centro e frazioni. I commercianti non si possono classificare di serie A o di serie B".

Durissime le critiche poi indirizzate all'amministrazione comunale e all'associazione di categoria. "E’ vergognoso il silenzio assordante da parte dell’Ascom Conferesercenti, così come è deplorevole l’indifferenza dimostrata dal sindaco Carlo Marino e dall’assessore alla Programmazione dello sviluppo produttivo della città Emiliano Casale - dichiarano Mariano e Giusti - Con il loro deplorevole comportamento hanno dimostrato ancora una volta di non aver a cuore il benessere della nostra città. Non tutelando gli imprenditori, i titolari delle attività commerciali alla stessa stregua è indice di superficialità e d’inconcludenza. Mai come quest’anno, questo terribile 2020, gli imprenditori ed i commercianti casertani avrebbero avuto bisogno di un forte sostegno per rilanciare l’economia del settore terziario ed è indicibile che, chi li avrebbe dovuti supportare ha pensato bene di accendere le luci e quindi di mettere in risalto solo una piccola percentuale di attività commerciali che per mera fortuna si trovano nelle zone prescelte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento