menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

Vigili urbani picchiati, arriva la solidarietà dei colleghi da tutta Italia

La lettera del 'Fuori Coro' al sindaco Pirozzi e al comandante Piscitelli

"Pronta guarigione per i nostri amici e colleghi che sappiamo far parte di un Comando sempre molto professionale ed operativo". E' quanto scrive il 'Fuori Coro', la compagine di ufficiali ed agenti della polizia municipale appartenenti a vari Comuni d'Italia, in una lettera di solidarietà inviata al sindaco di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi, e al comandante della polizia locale Vincenzo Piscitelli, dopo l'aggressione violenta perpetrata ai danni di due vigili urbani sammaritani, finiti in ospedale per le cure mediche. 

Teatro di questo ennesimo episodio di inciviltà ed arroganza, un'abitazione dove i due vigili urbani si erano recati per verificare le voci in merito alla presunta mal custodia di un cane di grossa taglia. L’aggressore (il proprietario del cane, ndr) è stato denunciato. "La lista delle aggressioni è lunghissima ed anche la città di Santa Maria a Vico, non è stata esentata da questi atti di violenza ingiustificata e feroce - scrive il 'Fuori Coro' - Rimane la consapevolezza di lavorare per il bene della comunità e per il buon ordine sociale, uno dei fondamentali pilastri sui quali si basa una società evoluta come la nostra che certamente non riconosce, e come potrebbe farlo, chi si arroga il diritto di trasgredire a qualsiasi codice sia esso della strada, giuridico od etico comportamentale e pretendere poi di accampare ragioni con il turpiloquio, con le percosse o con le minacce nei confronti dei colleghi rei di compiere il loro dovere. Per questi motivi vogliamo manifestare a voi ed ai nostri fratelli della polizia locale rimasti coinvolti nello scontro con questo individuo senza rispetto, piena solidarietà ed emotiva compartecipazione; purtroppo la maleducazione, l'arroganza e la mancanza di rispetto, non sono mai tollerabili e sono piante sempreverdi che non conoscono avvizzimento".

"Questo altro giorno di alta tensione che ci vede vittime impotenti dell'albagia e della tracotanza di chi ci ritiene degli sparring partners sui quali scaricare la propria rabbia e la propria distorta visione di ciò che sia eticamente consentito o meno, ci rimanda ancora una volta, alla comunque ancora insoluta questione delle situazioni di pericolo e delle aggressioni delle quali siamo vittime", aggiunge la compagine di ufficiali ed agenti della Municipale. E' arrivato dunque il momento di reagire, ma per far questo "occorrono nuovi strumenti di protezione e difesa con la facoltà di poter usare gli stessi, per la nostra e l'altrui incolumità - sottolinea il 'Fuori Coro' - Più precisamente, ci chiediamo: se i colleghi campani avessero avuto a disposizione un taser per bloccare sul nascere le iraconde esternazioni del soggetto di cui sopra, sarebbero stati fatti bersaglio di aggressioni e percosse? No, sicuramente no. Con quella giusta reazione, avremo avuto i colleghi incolumi ed un esempio per tutti coloro che ci aggrediscono senza la minima paura che noi si possa reagire. C'è di che meditare su quanto accaduto e, su questa domanda che purtroppo ad oggi non ha ancora trovato risposte, auguriamo buon servizio e buona fortuna a tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Attrice casertana sbarca in Rai col 'Commissario Ricciardi' | FOTO

Attualità

Incubo ‘zona rossa’ per una trentina di comuni casertani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Un casertano 'sbarca' in Honduras all'Isola dei Famosi | FOTO

  • social

    Le mascherine ‘made in Caserta’ al Festival di Sanremo

  • social

    Il rapper aversano Ivan Granatino al Festival di Sanremo

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento