Infermiere aggredito al Pronto soccorso, dipendenti in stato di agitazione

La Cisl interviene dopo l'aggressione: "È grave che il triage sia ancora posizionato al centro dell'area attesa, alla mercé di chiunque arrivi anche con cattive intenzioni"

Una nuova aggressione questa notte ai danni di un infermiere del Pronto soccorso dell'azienda ospedaliera 'Sant'Anna e San Sebastiano' di Caserta, G.I., finito in prognosi riservata al reparto di Medicina d'urgenza. Calci e pugni per non aver concesso all'aggressore di passare davanti nella fila al momento della registrazione al triage, da due persone, aggredito alle spalle. Uno deli aggressori presentatosi al banco ha dichiarato di aver avuto un incidente, ma non avendo danni visibili gli è stato chiesto di rispettare le precedenze cosa che ha scatenato la sua rabbia nei confronti dell'infermiere di turno, arrecando danni anche alla struttura oltre che alla persona.

La Cisl Fp ha proclamato lo stato di agitazione dei dipendenti del Pronto soccorso per la sicurezza del personale sanitario delle aree emergenza che in molte occasioni si trovano esposti senza una vera tutela della propria persona, anche in pericolo di vita, e ha chiesto alla direzione generale dell'ospedale di intensificare i controlli e i presidi delle aree in questione, a tal proposito mette a conoscenza della vicenda lo stesso Prefetto di Caserta.

"I lavoratori in questo momento delicato - dichiarano Franco Della Rocca, segretario generale Cisl Fp Caserta e Nicola Cristiani, segretario provinciale Ust con delega alla Sanità - in cui hanno subito trasformazioni e stress di ogni tipo non possono assolutamente essere sottoposti a situazioni di pericolo e di inadeguatezza. Si chiede pertanto al direttore generale di mettere in atto ogni tipo di provvedimento e cautela utile a salvaguardare la sicurezza e l'incolumità degli operatori sanitari. È grave che il triage sia ancora posizionato praticamente al centro dell'area attesa, all'esterno del Pronto soccorso e dunque in mezzo alla gente, alla mercé di chiunque arrivi anche con cattive intenzioni. È da molto tempo chella Cisl chiede la modifica di questa struttura è l'ampliamento dell'area triage".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uno degli uomini protagonisti dell'aggressione è stato fermato e per lui è stato disposto dal magistrato il trasferimento presso la struttura penitenziaria di Santa Maria Capua Vetere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento