"Agenzia delle Entrate trasferita, per me è un danno". E presenta ricorso al Tar

Un cittadino ha chiesto al giudice di rivedere la decisione del trasferimento: è arrivato il secco 'no'

L'Agenzia delle Entrate a via Cirigliano ad Aversa

"Vado spesso all'Agenzia delle Entrate e il trasferimento della sede in via Cirigliano ad Aversa è per me un danno". In poche parole ha riferito questo un cittadino che ha presentato un ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale della Campania contro l'Agenzia delle Entrate e l'Agenzia del Demanio oltre che nei confronti della Millennium Immobiliare S.r.l., la società proprietaria dell'immobile in via Cirigliano ad Aversa. Il cittadino ha sottolinato, nel ricorso presentato al Tar, che "si reca sovente presso l'Agenzia delle Entrate di Aversa a disbrigare le proprie pratiche personali e familiari" e che "solo il 28 agosto 2019 ho avuto notizia del cambiamento della sede dell'Agenzia delle Entrate di Aversa, che si sarebbe dovuta trasferire da Via Vito De Jasi, a Via Cirigliano 204". E quindi "a seguito di tale notizia ho subito realizzato di aver subito una lesione dei miei interessi, in quanto la nuova sede si trova in luogo difficile da raggiungere dal centro della città, non fornito di servizi, né di facile accesso". E quindi in poche parole ha contestato la legittimità del trasferimento della sede.

Per il giudice però "il ricorso è inammissibile sia per difetto della legittimazione che dell’interesse ad agire". Sì perché si può contestare un provvedimento per motivi validi "non certo per le difficoltà, di carattere personale, che il ricorrente incontra nel recarsi alla nuova sede dell’Agenzia delle Entrate di Aversa. Non si configura in capo al ricorrente alcuna lesione, concreta ed attuale, che possa direttamente ricollegarsi alla scelta dell’Amministrazione di trasferire i propri uffici, e che sia tale da giustificarne l’annullamento in questa sede". E poi il giudice sottolinea che "la posizione assunta nel presente giudizio dal ricorrente, quale utente che di sovente si reca presso l’Agenzia delle Entrate di Aversa, non può certo ergersi ad una posizione distinta e qualificata rispetto a quella della generale collettività".

E oltre al danno la beffa: il cittadino dovrà pagare 1000 euro all'Agenzia delle Entrate e 1000 euro alla Millenium Immobiliare per le spese di lite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento