rotate-mobile
Attualità Aversa

La stretta del Comune funziona: recuperati 600mila euro per i canoni idrici

L'annuncio del sindaco Golia: "Dieci anni di mancati incassi. Devono pagare tutti affinché si paghi meno"

Recuperati 600mila euro di canoni idrici. Ad annunciare il risultato ottenuto in questi mesi è il sindaco di Aversa Alfonso Golia. Il primo cittadino sottolinea: "Dieci anni di mancati incassi di cui nessuno, sottolineo e ribadisco nessuno, si era mai preoccupato prima di oggi. Con un meticoloso lavoro di giunta e consiglieri, coordinati dall’assessore al Bilancio Francesca Sagliocco, abbiamo riportato nelle disponibilità economiche del Comune questa cifra che ci permetterà di destinare fondi alla comunità, così come alla risoluzione di storici problemi del nostro Ente a cominciare dal pagamento di fatture alle ditte fornitrici di servizi per il nostro Comune".

Non manca una vena polemica da parte di Golia nei confronti delle amministrazioni che hanno preceduta la sua: "Problemi, debiti, mancate entrate su cui nessuno per anni si è concentrato. Preferivano la via semplice, girarsi dall’altra parte. Noi no. Non retrocediamo di un passo sul rientro di mancati incassi, il recupero dei canoni idrici, il contrasto all’evasione delle tasse comunali. Devono pagare tutti, affinché si paghi di meno. Io sono orgoglioso di guidare un’amministrazione trasparente e che dice basta ai furbetti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La stretta del Comune funziona: recuperati 600mila euro per i canoni idrici

CasertaNews è in caricamento