rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità San Cipriano d'Aversa

Tornano le ruspe: demolita una villa a tre piani

La rabbia sui social contro l'abbattimento. La Finanza controlla le operazioni

Un immobile completamente abusivo che 'cade', un po' alla volta, sotto i colpi di una pala meccanica. E' questa l'immagine che meglio raffigura quanto è iniziato ieri e si concluderà oggi in via Don Salvatore Vitale a San Cipriano d'Aversa, a pochi metri dal Tempio. L'amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Caterino infatti ha ordinato la demolizione di questo immobile costruito senza le necessarie autorizzazioni dopo la sentenza del giudice che non ha permesso alcuna sanatoria. 

Già ieri sono iniziate le operazioni sotto la sguardo attento della guardia di finanza che ha verificato che non ci fossero problemi per gli operai addetti alla demolizione. L'abitazione, che aveva due piani ed un sottotetto, era stata costruita oltre 20 anni fa e al termine di una battaglia giudiziaria non si è potuto fare altro che 'buttarla giù'. L'amministrazione comunale è stata anche costretta, dopo la sentenza, ad approvare una variazione di bilancio urgente per mettere a bilancio la somma di 44mila euro necessaria per la demolizione. Cifra che poi sarà, successivamente, richiesta al proprietario dell'immobile abusivo. Della serie oltre al danno la beffa.

Numerose le critiche sui social, con una domanda secca: "L'abbattimento non si poteva evitare in alcun modo? Non si poteva far pagare una multa?". A quanto pare no, la decisione del tribunale è stata perentoria. E la demolizione è stata obbligatoria per rispettare la legge.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano le ruspe: demolita una villa a tre piani

CasertaNews è in caricamento