rotate-mobile
Attualità

Auto in sosta a due passi dalla Reggia: città nelle mani degli abusivi

Boom di visitatori al plesso vanvitelliano e solite carenze dai parcheggiatori ai venditori di gadget

Dopo i controlli di sabato che hanno portato a diverse sanzioni a carico degli automobilisti per la sosta selvaggia sul primo tratto di corso Trieste da parte della polizia municipale, le cattive abitudini tornano ad imperare in città. 

Nel corso della giornata di domenica, con la Reggia letteralmente presa d'assalto con migliaia di visitatori che hanno affollato sia il monumento sia la piazza Carlo di Borbone, è stata segnalata la presenza di diversi parcheggiatori abusivi che hanno consentito la sosta delle auto fino a due passi dal plesso vanvitelliano, anche nel tratto tra piazza Gramsci e piazza Carlo di Borbone.

Un brutto biglietto da visita per una città che cerca di scrollarsi da dosso i soliti cliché e trovare una nuova determinazione quale città turistica. E proprio chi arriva a Caserta lamenta le carenze cittadine dai parcheggiatori abusivi ai venditori di gadget che anche oggi erano presenti in piazza. Lo scatto delle auto in sosta sta in queste ore facendo il giro delle pagine social cittadine generando un veemente dibattito con la richiesta di maggiori controlli soprattutto nelle 'giornate calde' nei quali il Capoluogo non può e non deve farsi trovare impreparato.    

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto in sosta a due passi dalla Reggia: città nelle mani degli abusivi

CasertaNews è in caricamento