rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità Castel Volturno

Vertenza bufale arriva a Bruxelles, lettera a Von der Layen: "Test per brucellosi inadatti"

Pedicini porta il caso delle bufale "false positive" abbattute all'attenzione della presidente della commissione europea

La vertenza bufale finisce a Bruxelles. "Dopo l’abbattimento indiscriminato di 40mila bufale vendute poi sottocosto alla grande distribuzione della carne, la Regione Campania, imperterrita, continua a usare il kit Bovigam, un test completamente inadeguato per capire se i capi sono ammalati o meno. E’ una situazione inaccettabile che - insieme ad altri colleghi eurodeputati - ora ho sottoposto all'attenzione della Commissione europea”, a dirlo in una nota Piernicola Pedicini, vicepresidente del Movimento 24 Agosto - Equità Territoriale.

"Proprio oggi - prosegue Pedicini - ho inviato una lettera alla Presidente della Commissione europea Ursula von der Layen e ai Commissari Stella Kiryakides (Sante) e Janusz Wojciechowski (Agri), in cui ho chiesto la sospensione cautelativa dell’uso del  kit diagnostico ‘Bovigam’ in Italia - prosegue -  Si tratta del test utilizzato dalla Regione Campania per i casi di sospetta brucellosi o Tbc, che - come ammesso dallo stesso produttore - non è adatto alle bufale mediterranee ma ciononostante, è stato lo strumento usato per la diagnosi di brucellosi che ha portato all'abbattimento di 40mila bufale. Il problema, sul piano europeo, risiede nel fatto che le procedure diagnostiche approvate dal Regolamento Ue, non sono validate per le bufale italiane, così come precisato persino dall'Organizzazione Mondiale della Sanità Animale (OIE), l'unica autorità mondiale di emanazione delle norme sulla salute degli animali. Purtroppo, l'uso di questi kit sembra essere stato approvato dal laboratorio di riferimento europeo per l'uso nella popolazione bufala italiana, senza considerare né il parere scientifico, né le norme dell’OIE. Ecco perché  - aggiunge Pedicini nelle conclusioni - alla Commissione europea ho chiesto sostegno alla nostra proposta di modifica del Regolamento (2020/687) che prevede tra le tecniche diagnostiche proprio l'utilizzo del Bovigam e di sospendere l'uso del kit sulle bufale italiane fino a nuovo avviso”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza bufale arriva a Bruxelles, lettera a Von der Layen: "Test per brucellosi inadatti"

CasertaNews è in caricamento