menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rc auto, continua limpegno dellAmministrazione Comunale

Aversa - Il sindaco Giuseppe Sagliocco, il consigliere comunale Rosario Capasso con Federica Turco e Luca Della Volpe hanno incontrato i promotori della legge di iniziativa popolare "R.C. auto tariffa Italia" per illustrare le iniziative fino ad...

Il sindaco Giuseppe Sagliocco, il consigliere comunale Rosario Capasso con Federica Turco e Luca Della Volpe hanno incontrato i promotori della legge di iniziativa popolare "R.C. auto tariffa Italia" per illustrare le iniziative fino ad oggi poste in essere in Città. "R. C. Auto Tariffa Italia" è una campagna promossa dal "Comitato Promotore R. C. Auto Tariffa Italia" che ha portato a una proposta di legge di iniziativa popolare depositata in Cassazione in data 8 maggio 2014 alla quale l'Amministrazione Comunale di Aversa guidata dal sindaco Giuseppe Sagliocco ha subito aderito con la delibera di giunta numero 316 del 2 ottobre e si è impegnata attivamente attraverso la collocazione di gazebo per la raccolta firme che, intanto, ha raccolto superato le 1200 sottoscrizioni. "Siamo partiti bene - hanno detto dal comitato aversano - ma non ci fermiamo. Il nostro impegno nella raccolta firme a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare continua".

Con la proposta di Legge "Rc auto Tariffa Italia" si vuole l'introduzione dell'obbligo per le compagnie assicurative di applicare una tariffa unica nazionale (la più bassa) a tutti gli assicurati che non abbiano causato incidenti negli ultimi cinque anni e l'introduzione dell'obbligo suddetto comporterebbe i effetti positivi consistenti nel risparmio per i cittadini che vivono nelle regioni ove le compagnie attualmente applicano le tariffe maggiori; nell'eliminazione della evidente discriminazione regionale che non trova alcun sostegno nei dati Ivass, né in quelle dell'Aci, nonché l'interruzione del flusso delle false residenze e riduzione del numero dei soggetti che circolano senza copertura assicurativa.
Le Provincie di Napoli e Caserta, infatti, registrano le tariffe Rc Auto più alte d'Italia e d'Europa ed un cittadino che risiede in un Comune del Sud, a parità di sinistrosità, è costretto a pagare per il premio assicurativo fino al triplo rispetto ad un cittadino che risiede in altre regioni d'Italia. Tale forte disuguaglianza emerge dai dati pubblicati dall'Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni e talune compagnie assicurative inviano disdetta della polizza anche nei confronti di clienti che non hanno comportamenti anomali. Tale situazione sta determinando una distorsione del mercato mediante l'applicazione di tariffe sproporzionate, il tutto grazie ad una normativa inadeguata a garantire la tutela e l'eguaglianza dei consumatori, a prescindere dalla provincia di residenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento