Attesa per la 'tre giorni' escursionistica sulle alture del Massiccio del Matese

Letino - Pronto il programma di massima per la 'tre giorni' escursionistica, con tanto di campo-tenda, organizzata da uno gruppo di appassionati di tutta quanto è natura, montagna ed aria salubre che vede in Antonio Sangiovanni e Alessandro...

Pronto il programma di massima per la 'tre giorni' escursionistica, con tanto di campo-tenda, organizzata da uno gruppo di appassionati di tutta quanto è natura, montagna ed aria salubre che vede in Antonio Sangiovanni e Alessandro Santulli alcuni dei più attivi e motivati. L'adunata dei partecipanti(per opportune ragioni organizzative, dovranno perfezionare le loro richieste di adesione entro il 22 agosto prossimo) è fissata per le ore 10.00 del prossimo 26 agosto, in Piazza della Seta, San Leucio di Caserta. La "carovana" escursionistica partirà poi alla volta del lago di Letino(900 metri di altitudine), nei cui pressi e precisamente nella zona cosiddetta delle "Fossate", sarà allestita la tendopoli in cui alloggeranno i partecipanti. La manifestazione, che si protrarrà fino al 28 agosto successivo, sarà supportata da ogni genere di servizi. Non ultimi quelli igienici e quelli, detti "punti-acqua", che, facilmente raggiungibili in automobile, garantiscono acqua potable a tutti gli escursionisti. Tra l'altro, si registra la presenza anche di uno chalet con annesso punto di ristoro-bar. Per coloro che ne volessero sapere di più, sono disponibili le seguenti utenze telefoniche: 3393275628 e 0823862437(Antonio Sangiovanni) e 3925322408(Alessandro Santulli). Per il momento, si sa che nella scaletta delle attività giornaliere degli aderenti figurano emozionanti e, quindi, molto coinvolgenti passeggiate nella bellezza mozzafiato di uno degli angoli più belle ed ambiti del panorama montano di Terra di a Lavoro, che grazie alla magica atmosfera che emanano autentici tesori della natura quali il lago stesso, il corso del fiume Lete, il cosiddetto "Campo del Fagiolo", le grotte del Cauto e via discorrendo, si presenta con un forziere naturale in cui sono costipate perle più uniche che rare del meraviglioso panorama montano della provincia di Caserta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento