menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
071529_via_giordano

071529_via_giordano

Via Giordano Bruno ancora infestata da erbacce

Maddaloni - "Caro Direttorepiù di quindici giorni fa vi inviai delle foto in cui si vedeva chiaramente come i marciapiedi e le strade di Via Giordano Bruno erano occupate e infestate da erbacce alte più di un metro e mezzo. Sinceramente, mi ero...

"Caro Direttorepiù di quindici giorni fa vi inviai delle foto in cui si vedeva chiaramente come i marciapiedi e le strade di Via Giordano Bruno erano occupate e infestate da erbacce alte più di un metro e mezzo. Sinceramente, mi ero illuso che, dopo la vostra pubblicazione sui vostri cliccatissimi siti online delle stesse, qualcuno addetto alla manutenzione prendesse delle iniziative atte a risolvere l'annoso problema- l'ultima volta che è stata tagliata l'erba risale a due anni fa- e che non è stato ancora risolto.
Eppure, tutti noi residenti del quartiere popolare di Via Giordano Bruno paghiamo le esose tasse (Tarsu dalle 400 alle 500 ? ad abitazione, addizionale Irpef mensile sugli stipendi e sulle pensioni, bollette di acqua con tasse e sovrattasse che le portano alle stelle) e dovremmo avere in cambio dei servizi degni di tale nome. Ricordo che tutti abbiamo sempre collaborato con il comune per qualsiasi problema; inoltre svolgiamo con diligenza, attenzione e secondo le loro indicazioni la raccolta differenziata da sempre.
Abbiamo reso più decoroso il nostro quartiere ristrutturando e migliorando l'estetica dei nostri palazzi. Il quartiere ospita il Liceo Classico e il Convitto Nazionale con insegnanti, personale e studenti che provengono da altri paesi confinanti e che per questi motivi guardano e giudicano la nostra città in modo negativo. Il nuovo Rettore del Convitto Nazionale ha fatto tinteggiare la facciata del Liceo Classico e del Liceo Classico Europeo proprio per dare un segno di decoro e di civile accoglienza agli allievi.
Qualche anno fa, nel rione, cadde un primo lampione che fu sostituito quasi subito; nel mese di luglio scorso ne è caduto un altro (per fortuna non ha provocato danni a persone o cose) e non è stato più sostituito con uno nuovo: le domande sorgono spontanee "perché non è stato sostituito subito?" "Forse non serve più in quel punto?", "Forse era in più?" La base che l'ospitava ha i fili dell'impianto coperti alla meglio con pietre di fortuna che sono facilmente rimovibili dai bambini/ragazzi. Inoltre, penso anche che si dovrebbero revisionare tutti quelli rimasti ancora in piedi, visto che furono messi nello stesso periodo, onde evitare che in futuro qualcuno possa farsi male.

Il basolato della strada di accesso a Via San Francesco d'Assisi, e la stessa via fino alla piazza Fontana, è in condizione pietose, è malmesso e disconnesso, presenta dislivelli. Quindi, è molto pericoloso per i pedoni (in particolare per i bambini e per le persone anziane) e per le auto. Nel ringraziarvi della vostra attenzione, e sperando che qualcuno possa prendere a cuore la negativa segnalazione, vi saluto e vi auguro buon lavoro.
P.S. Allego le foto del degrado in cui versa il nostro quartiere, scattate in data 15/09/2013, e delle fontane che non zampillano più in Piazza della Pace e Piazza Fontana".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento